MOTOGP SAN MARINO

Misano, Rossi: "Pista speciale, pubblico dà la carica". Bagnaia: "Tornato competitivo"

Soddisfazione per il pilota Yamaha e per quello del team Pramac che domani partiranno dalla seconda fila

  • A
  • A
  • A

La pista di Misano è un po' come se fosse casa e Valentino Rossi lo ha dimostrato ampiamente. Dopo una prestazione super in FP3, il Dottore conquista il quarto tempo in qualifica piazzandosi in seconda fila in vista della gara di domani: "Grande giornata quella di oggi, soprattutto la mattina. Le FP3 e le qualifiche di Misano sono sempre belle perché il pubblico ti dà la giusta carica. Il mio obiettivo è il podio".

"E' importante tornare davanti dopo le due gare in Austria che per noi non sono state semplici. La Yamaha qui un ottimo passo, Vinales e Quartararo sono stati molto veloci da venerdì. L'obiettivo è migliorare un po' di più rispetto ad oggi per partire alla grande" ha aggiunto Rossi.

Poi ha spiegato: "Nel pomeriggio abbiamo provato un paio di cose, ma non è andata come doveva. Come passo non andava male, ma la moto qui è molto competitiva. Dobbiamo ancora aggiustare alcune cose, la scelta degli pneumatici è una sfida particolare. Asfalto? Ha qualche dosso, ma c'è un ottimo grip. Bisogna stare attenti, ma i dossi non influenzeranno la mia gara".

"Il mio obiettivo è il podio - ha proseguito il pilota di Urbino- ma sarà difficile come sempre. Vinales e Quartararo stanno guidando molto bene, Morbidelli ha un buon passo. Non bisogna sottovalutare poi Suzuki e Ducati del team Pramac".

Soddisfazione anche per Pecco Bagnaia, ritornato in pista a poco più di un mese dall'incidente di Brno che gli ha causato la frattura della tibia: "La giornata di ieri è stata positiva perché ho cercato di capire come funzionasse la mia gamba infortunata. Oggi ho capito che potevo essere competitivo, il time attack di stamattina mi è riuscito molto semplice e allora ho capito. Non ho fatto tanti giri perché cerco di mantenere l'energia per domani, non abbiamo il passo delle Yamaha ma penso saremo vicini alle Suzuki".

DOVIZIOSO: "YAMAHA FARANNO GARA A PARTE"

"La Ducati perde molto sulle buche delle prime tre curve, in 26 giri può succedere qualunque cosa" il commento di Andrea Dovizioso che nel GP di San Marino partirà dalla nona posizione in griglia. Per Dovi però le Yamaha, tutte presenti dalla prima alla quarta posizione, non lasceranno scampo agli altri contendenti: "Credo faranno una gara a parte, ma dietro ci sono Ducati e Suzuki. Parto dalla terza fila, è un buon risultato e cercherò di partire bene per guidare in modo fluido e costante per centrare l'obiettivo della top 5".

Per il forlivese la causa delle brutte prestazioni della Desmosedici sono le gomme: "Ci sono tante cose che non vanno in Ducati, ma non è il momento di parlarne. La situazione si sta complicando a causa delle gomme. Martedì avremo una sessione di test qui a Misano, ci servirà per metterci a posto in vista della gara del prossimo fine seettimana. La pista ha tante buche e molto grip, due cose che difficilmente troviamo in altri tracciati".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments