milan

Milan-Giroud, ecco l'addio: "Vado in MLS, orgoglioso di questi tre anni in rossonero"

L'attaccante francese ha confermato il trasferimento negli Stati Uniti: "La mia storia col Milan finisce qui, ma resterà per sempre nel cuore"

  • A
  • A
  • A

Adesso è anche ufficiale: Olivier Giroud a fine stagione non sarà più un giocatore del Milan. Ad annunciarlo è stato lo stesso centravanti francese ai canali ufficiali del club, confermando le voci degli ultimi mesi che lo vedevano senza rinnovo e lontano dall'Italia. Nel video postato su Instagram Giroud conferma: "Io sono qua per dirvi che giocherò le ultime due partite con il Milan, andrò a giocare in MLS". Nel suo futuro, dunque, c'è la Major League Soccer e la costa statunitense che si affaccia sul Pacifico. In attesa dell'annuncio, Giroud dovrebbe infatti vestire la maglia del Los Angeles FC da luglio. 

LE PAROLE DI GIROUD A MILAN TV

"Le prossime saranno le mie ultime due partite con il Milan - ha annunciato il numero 9 rossonero -, andrò a continuare la mia carriera in MLS. Sono molto orgoglioso di tutto quello che ho fatto in maglia rossonera in questi tre anni. Questo è il momento giusto per dirlo. La mia storia con il Milan finisce quest'anno, ma rimarrà sempre nel mio cuore".

"Ho dato tutto quello che ho al Milan. Questa è una decisione che ho preso per me, ma pensando anche alla famiglia e penso sia il momento giusto per fare un'esperienza di vita diversa, nulla di più. Questo è il momento di mettere la famiglia al primo posto perché hanno fatto sacrifici per tutta la durata della mia carriera, in una vita che va a duecento all'ora e voglio passare più tempo con loro. Però non è ancora il momento di ritirarmi".

Giroud lascia il calcio europeo dopo quasi 20 anni di carriera: "Il calcio è una passione, la mia vita. Indossare la maglia del Milan è stato un onore e finire in Europa ad altissimo livello con il Milan era quello che volevo. Avrei voluto lasciare con un trofeo, ma ho dato tutto per la maglia rossonera dal primo giorno".

Il rischio, che il francese vorrebbe evitare, è di congedarsi da San Siro con la contestazione ancora aperta dei tifosi più caldi rossoneri: "L'ultima partita in casa sarò emozionato, ma voglio finire bene, voglio ringraziare i tifosi che mi hanno accolto bene. Sapevo dell'atmosfera pazzesca di San Siro quando sono arrivato qui, ma non mi aspettavo così tanto amore e passione. Il Milan è un club speciale".

Nel futuro il Los Angeles FC in MLS: "Per i miei bimbi sognavo un'esperienza diversa, l'opportunità di vivere un'altra cultura. Sono felice anche perché ritroverò il mio amico della Nazionale Hugo Lloris, è incredibile ritrovarci lì".

Non senza qualche rimpianto per l'ultima stagione: "In campionato è stato molto difficile perché l'Inter ha fatto un grande percorso, ma in Europa sì. Quando abbiamo perso contro la Roma ero devastato perché non abbiamo giocato come volevamo. Volevo portare un altro trofeo al Milan. Mi piacerebbe essere ricordato come un buon esempio per i giovani".

IL RINGRAZIAMENTO SOCIAL DEL MILAN

Sui propri canali social, il Milan ha ringraziato Olivier Giroud per il triennio di soddisfazioni: "Promessa mantenuta Oli, ci siamo divertiti insieme".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti