FUTURO DA DECIDERE

C'è il Tottenham per Conte, l'ex tecnico dell'Inter valuta il progetto degli Spurs

Nessun assillo per l'allenatore pugliese che vuole ricominciare solo con una offerta top

  • A
  • A
  • A

Un allenatore top non è detto che abbia per forza bisogno di un top team per vincere ma di certo necessita di un progetto pari alle sue capacità e ambizioni per realizzarsi. Il che, riferendosi ad Antonio Conte, significa che sono molto poche le squadre che possono catturare il suo interesse. L'ex allenatore dell'Inter non ha grande fretta di ripartire e se anche ne avesse in Italia non potrebbe comunque farlo, vista la clausola presente nell'accordo di separazione con Suning. All'estero c'era l'ipotesi Real, tramontata a favore di Carlo Ancelotti, resta sfuocata sullo sfondo quella Psg e si fa invece sempre più roboante quella relativa al Tottenham, dove addirittura potrebbe ricominciare assieme a Fabio Paratici, appena silurato dalla Juve. Di certo una questione che appassiona molto i tabloid britannici e che il diretto interessato sta soppesando con grande attenzione e calma, godendosi nel frattempo le ferie al mare.

Fino a qualche giorno fa In inghilterra mettevano Conte in ballottaggio con il tecnico dell'Ajax Erik Ten Haag per la panchina del Tottenham, entrambi però come seconde scelte alle spalle di Pochettino, in cima ai desideri del patron degli Spurs, Daniel Levy. Il tecnico argentino, licenziato proprio dal Tottenham 18 mesi fa, dopo aver chiesto al Paris Saint Germain di essere liberato per tornare a Londra si è dovuto però scontrare con il rifiuto di Leonardo: un no che avrebbe allora favorito Conte. A Londra i soldi di certo non mancano, per ingaggio e mercato, e l'idea di poter riportare al successo un club che non vince il campionato da sessanta anni potrebbe rappresentare l'ennesima sfida da vincere per un tecnico ambizioso quale l'ex nerazzurro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments