Ajax, giù le mani da Ten Hag: pronto il rinnovo

Il ds Overmars blinda il tecnico rivelazione in scadenza nel 2020

  • A
  • A
  • A

Se qualcuno aveva pensato a lui, meglio cominciare da subito a cercarsi un'alternativa. Erik ten Hag, tecnico rivelazione del meraviglioso Ajax che ha eliminato Real Madrid e Juve dalla Champions, non si tocca. Questo, almeno, è quanto ha fatto sapere il ds dei Lancieri Erik Overmars, che si è affrettato a chiarire via "De Telegraaf", autorevole quotidiano olandese, che "in questi giorni ci incontreremo (con ten Hag, appunto) e faremo il punto. Presumo non ci saranno problemi. Il rinnovo del contratto sembra una buona soluzione per l'Ajax".

Il che, visto almeno dalla parte dell'Ajax, suona come un de profundis su quanti avessero già messo gli occhi sul tecnico e sul suo calcio evoluto, spettacolare ed, evidentemente, pragmatico quanto basta. Ten Hag, in scadenza nell'estate del 2020, quindi tra un anno, alla fine probabilmente sposerà davvero la causa dei Lancieri, ma non si può escludere a priori che qualche club importante possa provare a strapparlo agli olandesi. Chi, oggi, non è dato saperlo, anche se le panchine più o meno pericolanti, in giro per l'Europa, non sono poi così poche.

In Italia, dove ufficialmente non l'ha cercato nessuno, sarebbe qualcosa di molto simile a una rivoluzione, perché il gioco espresso dall'Ajax è sì frutto di tecnico sopraffina, ma anche di tempo e grande lavoro su automatismi non così banali da assimilare. Insomma, per scommettere su ten Hag, bisogna mettere in conto la possibilità di passare attraverso una stagione non per forza trionfale. Anzi. Qualcuno in Italia può o vuole permetterselo? Difficile dirlo, ma è certo che in tempi di FFP l'ingegno dovrebbe venir prima delle spese folli sul mercato. E un investimento sul gioco piuttosto che sui giocatori, di conseguenza, anche.

Intanto, nell'attesa di sapere se effettivamente i grandi club europei andranno a bussare alla porta di ten Hag, registriamo la posizione dell'Ajax. Che più chiara non poteva essere: lui, il suo gioco e le sue illuminanti idee non si toccano.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments