FORMULA 1

Gasly per crescere ancora, Tsunoda per stupire: Alpha Tauri lancia la sua AT02

Svelata a Salisburgo la monoposto con la quale il team B della Red Bull va alla caccia di podi mondiali con il confermato Gasly e il rookie Tusnoda.

di
  • A
  • A
  • A

Punta al salto di qualità il team che l'anno scorso ha centrato una clamorosa vittoria a Monza con Pierre Gasly. La seconda Alpha Tauri (ha preso il posto della Toro Rosso l'anno scorso) punta al ruolo di "best of the rest" nei ranghi della classifica Costruttori, chiusa l'anno scorso alla spalle della Ferrari. A fianco del francese il giovanissimo (ed attesissimo) giapponese Yuki Tsunoda, terzo classificato dell'ultimo campionato di Formula 2.

 

Ventuno anni il prossimo 11 maggio, l'esordiente giapponese sostituisce Daniil Kvyat e rappresenta la vera grande novità del team nato dalle "ceneri" della Toro Rosso. Causa "congelamento" del regolamento tecnico infatti le monoposto 2021 sono in larga parte evoluzioni di quelle che sono scese in pista la scorsa stagione. Il team di Faenza si è tenuto ben stretto Gasly che nel 2020 si è aggiudicato il GP più "pazzo" dell'intera stagione, cogliendo una clamorosa affermazione a Monza davanti al neoferrarista Carlos Sainz Jr., allora al volante della McLaren. Tutt'altro che semplice il compito del "francese di Milano" che si trova ad essere pilota d'esperienza in una squadra che gli assegna responsabilità importanti nella propria caccia ad un posto al sole nella classifica Costruttori, dopo il settimo posto della scorsa stagione, nettamente davanti ad Alfa Romeo, Haas e Williams e... quasi in scia alla Ferrari (107 punti contro i 131 della Rossa).

Pierre Gasly: Con Yuki lavoreremo insieme per raggiungere questo obiettivo. Credo davvero che l’anno passato sia stato il migliore per il team sotto il profilo delle prestazioni, dello sviluppo e della gestione dei weekend di gara. Sono sempre più affamato, quindi sono certo che potremo fare grandi cose anche nel 2021”.

Yuki Tsunoda: “Sono stato abbastanza fortunato di poter trascorrere un po’ di tempo con la Scuderia AlphaTauri prima dell’inizio della stagione, quindi ho già avuto modo di imparare molte cose e instaurare un bel rapporto con il team, incluso Pierre, che è un talento incredibile. Il mio obiettivo principale è imparare velocemente e ottenere risultati altrettanto rapidamente: sono davvero entusiasta di iniziare".

Alla vigilia della sua quarta stagione iridata ed a venticinque anni appena compiuti (lo scorso 7 febbraio) Gasly ha ormai smaltito la delusione della "bocciatura" Red Bull del 2019 e (pur avendo magari fatto un pensierino ad un "reintegro" nella casa madre dopo la vittoria monzese) deve ora fare un salto di qualità a livello di esperienza ed al tempo stesso misurare le proprie ambizioni e qualità nel confronto diretto con Tsunoda che - oltre ad essere l'ultimo prodotto del vivaio dei Tori (ed il primo pilota giapponese in F.1 da sette anni a questa parte)  può sicuramente godere di un occhio di riguardo da parte della Honda. La creazione di Red Bull Powertrains permette infatti al team austriaco ed a quello di Faenza di poter montare la power unit giapponese anche dopo la conclusione dell'impegno diretto della Casa di Tokyo, al termine della stagione che prnde il via l'ultima domenica di marzo in Bahrain. 

Franz Tost (Team Principal): “La decisione di avere Pierre e Yuki nel 2021 è stata presa perché la filosofia della Scuderia AlphaTauri è ancora quella di dare l’opportunità ai giovani piloti del Red Bull Junior Programme di arrivare in F1 e di farli crescere. Per questo diamo a Yuki la possibilità di giocarsi le sue carte. Con Pierre al suo fianco, abbiamo un pilota esperto che può aiutare il nostro rookie giapponese a crescere più rapidamente e - allo stesso tempo -puntare a buoni risultati. Penso che questa coppia sia l’opzione migliore per raggiungere i nostri obiettivi e sono fiducioso che avrà successo”.

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments