Formula 1, le pagelle del GP del Brasile

Hamilton da 9, Verstappen manca l'eccellenza causa rissa. Ocon delirante

di
  • A
  • A
  • A

MAX VERSTAPPEN - VOTO 9,5
Manca l'eccellenza causa rissa sfiorata con Ocon al parco chiuso. Intemperanza che la Federazione ha punito con due giornate di lavoro socialmente utile. Per il resto Max ha dato spettacolo con uno stile di guida fuori dalla norma e senza sbavature. Con un minimo in più di furbizia avrebbe potuto lasciar sfilare Ocon, la pensa così anche Lewis Hamilton.

LEWIS HAMILTON - VOTO 9
Gira sempre tutto bene per questo fenomeno che a San Paolo riceve in regalo la decima vittoria della stagione, la settima nelle ultime dieci gare. Cifre che sottolineano una superiorità imbarazzante di pilota e macchina. Nel frattempo la Mercedes ha aggiunto alla ricca collezione anche la coppa riservata ai costruttori.

KIMI RAIKKONEN - VOTO 8
E' paradossale che si sia svegliato dopo aver ricevuto la notizia della separazione da Maranello. Da Monza in avanti la Ferrari più in palla è stata la sua. 115 i punti conquistati da Kimi, 88 appena quelli messi assieme da Vettel. Numeri preoccupanti pensando al futuro.

VALTTERI BOTTAS - VOTO 6,5
Fa il suo compitino e mostra la consueta utilità ai datori di lavoro. Insomma un onesto numero due che ha compreso in fretta di avere come vicino di box uno dei più grandi piloti della storia.

SEBASTIAN VETTEL - VOTO 6
Sesto e ultimo della serie A. San Paolo consegna un pilota che pare spento e rassegnato. Incapace di lottare e protagonista dell'ennesima gara al limite dell'anonimato.

CHARLES LECLERC - VOTO 8
In attesa di traslocare a Maranello mette la Sauber Alfa Romeo davanti a tutti quelli che fanno il mondiale di serie B. Veloce e motivato Leclerc potrebbe rivelarsi un compagno dis quadra complicato da gestire per Vettel

ESTEBAN OCON - VOTO 3
Una manovra delirante la sua, che meritava di essere sanzionata pesantemente dai commissari di gara.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments