Ferrari, a Suzuka altra delusione dopo un filotto di orrori

Un bilancio terribile dentro una stagione che prometteva decisamente altro

di
  • A
  • A
  • A

Pensi che il fondo sia stato toccato il sabato in qualifica, ma la Ferrari riesce scavare ancora in questo triste finale di stagione. Dopo il filotto di orrori in qualifica chi si aspettava una reazione degli uomini in rosso è andato incontro a un'altra delusione. Certo, nemmeno il più ottimista tra i tifosi si sarebbe aspettato di vedere Vettel davanti alla coppia Mercedes, ma una prestazione da podio almeno si. Invece a Suzuka sono calate nuovamente le tenebre. Vettel ha compromesso tutto nel tentativo poco assennato di attaccare Vertappen, una manovra che ha sottolineato il senso della disperazione. Raikkonen si è limitato a fare il taxista, con la macchina danneggiata dopo il contatto con Verstappen.

Nel frattempo Hamilton ha guidato con la solita sicurezza, libero da ogni affanno. Le statistiche a questo punto sono impietose. Degli ultimi 7 Gran Premi, dalla Germania in avanti, Lewis ne ha vinte 6, Vettel appena una, in Belgio. Un bilancio terribile dentro una stagione che prometteva decisamente altro, così siamo alle prese con una squadra senza leader ai box e in pista, un gruppo di lavoro fragile e ormai diviso a fronte di errori seriali, frutto di una tensione che ha superato da tempo il punto di rottura.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments