FORMULA 1

F1, Verstappen: "Mai in Ferrari con Leclerc"

Il pilota della Red Bull: "Non credo che succederà: mai mettere vicini due potenziali numeri 1"

  • A
  • A
  • A

Il suo contratto con la Red Bull scadrà nel 2020 e Max Verstappen sarà uno dei pezzi pregiati del mercato della prossima stagione. Ma il suo futuro non sarà a Maranello. "Ho un buon rapporto con Leclerc, è un rivale duro, ma fa parte del gioco - ha detto l'olandese a Ziggo Sport -. Lui non ha influenza sul fatto che io possa andare in Ferrari. Non credo che succederà: non dovresti mai avere due potenziali numeri uno accanto".

Aggressivo e veloce in pista, tagliente con la lingua davanti a taccuini e tv. Verstappen è senza dubbio uno dei talenti più splendenti in Formula Uno e nel 2021 con ogni probabilità lascerà la Red Bull per fare il grande salto. A furia di dichiarazioni come quelle di Austin a novembre ("Ferrari deludente? Succede quando smetti di barare"), però, a Maranello e dintorni si è fatto parecchi nemici, come l'a.d. della Rossa, Louis Camilleri, che alla cena di Natale con la stampa è tornato sulle accuse lanciate dall'olandese dopo il GP di Austin. "Il silenzio è spesso la cosa migliore, non mi va di replicare alle parole di un 22enne - aveva dichiarato Camilleri -. Uno che dice queste cose però non potrà mai correre per la Ferrari". Ipotesi confermata a una tv locale dallo stesso pilota, che probabilmente in cuor suo spera in un addio di Hamilton alla Mercedes alla fine del 2020 per prenderne il posto. L'inglese in Ferrari e l'olandese alla corte di Wolff: uno scenario che farebbe contenti un po' tutti, a parte Sebastian Vettel, anche lui nel 2021 destinato a una nuova avventura.

Vedi anche F1, Verstappen: "Ferrari deludente? Accade quando smetti di barare" Formula 1 F1, Verstappen: "Ferrari deludente? Accade quando smetti di barare"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments