VERSO IL GP DI TURCHIA

F1, Verstappen alla vigilia della Turchia: "Arrivare secondo non mi cambierebbe la vita"

L'olandese sereno in conferenza stampa: "Il 2021 è positivo, ma io e la Red Bull vogliamo vincere". Hamilton sul cambio di power unit: "Non è nei piani, ma tutto può cambiare".

  • A
  • A
  • A

Il sedicesimo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1 si avvicina. Max Verstappen, alla vigilia del GP di Turchia, mostra tutta la sua serenità riguardo la lotta al titolo: "Arrivare secondo non mi cambierebbe la vita, ma io e la Red Bull vogliamo vincere". Il campione del Mondo in carica Lewis Hamilton, invece, parla della possibilità del quarto cambio di power unit: "Non è nei piani, ma tutto può cambiare. La Mercedes è più preparata".
 

Una vigilia tranquilla, nonostante un campionato equilibrato. Questo, in sintesi, l'avvicinamento al Gp della Turchia di Max Verstappen, a caccia di una vittoria che lo riporterebbe al primo posto in classifica piloti, con Hamilton al momento avanti di due punti. La corsa al titolo, però, non sembra togliere il sonno all'olandese della Red Bull, apparso sereno nella conferenza stampa di presentazione del weekend di Istanbul, sedicesimo appuntamento del 2021: "Sono rilassato perché anche se a fine stagione non vincessi il Mondiale sarei comunque soddisfatto: mi piace quello che faccio e quest'anno è ugualmente positivo dato che stiamo facendo un ottimo lavoro con il mio team".

Un modo per allontanare la pressione, ma guai a interpretare nel modo sbagliato il messaggio: l'obiettivo resta la conquista del titolo. "Io e la Red Bull siamo concentrati per vincere e fare meglio in ogni area e su ogni tracciato. Dobbiamo focalizzarci su tutti gli aspetti, in particolare il bilanciamento e l'aderenza che lo scorso anno ci hanno dato problemi. Il testa a testa con la Mercedes? Hanno fatto un'ottima gara a Sochi, io mi sono tenuto lontano da qualsiasi tipo di problema e alla fine sono arrivato secondo, un ottimo risultato per il campionato. Sarà una bella battaglia, dobbiamo continuare a sviluppare la macchina, poi ci sono piste più adatte a noi e a loro".

Di fronte, però, Verstappen si ritroverà una Mercedes in forma: parola di Lewis Hamilton. "Credo che abbiamo capito alcuni problemi avuti nello scorso weekend - afferma il sette volte campione del Mondo - e penso che già in gara ne abbiamo sistemati alcuni, per cui siamo più preparati. La pista potrebbe essere cambiata rispetto alla scorsa stagione, quindi potremmo essere messi alla prova in modo diverso". Il britannico parla del tracciato di Istanbul: "Quella del 2020 è stata una gara difficile, un weekend pieno di sfide e complicato per noi come team, ed esserne usciti da vincitori e senza errori è stato emozionante. Peccato non essermi goduto una vittoria negli ultimi 18 mesi, neanche quando ho vinto il Mondiale".

Infine, Hamilton parla della possibilità del quarto cambio di power unit che comporterebbe la retrocessione all'ultimo posto in griglia di partenza, esattamente come capitato a Verstappen a Sochi: "Al momento ho ancora le numero 2 e 3, quindi non è in programma nessuna modifica. La situazione però potrebbe cambiare, nessuno lo sa".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments