FORMULA 1

Alpha Tauri AT03: missione quinto posto Costruttori con Gasly e Tsunoda

Il team di Faenza è il quinto ad annunciare la data della presentazione della propria monoposto per il Mondiale al via il 20 marzo in Bahrein.

di
  • A
  • A
  • A

Nel bel mezzo di una "gelida" sessione di test privati sul circuito di casa di Imola con la propria AT01 (utilizzata in gara nel 2020), Alpha Tauri ha annunciato per lunedì 14 febbraio il "lancio" della nuova AT03 che i confermati Pierre Gasly e Yuki Tsunoda guideranno nel Mondiale 2022 e - prima ancora - nelle due sessioni di test collettivi in programma dal 23 al 25 febbraio a Barcellona (anche quest'anno a porte chiuse per il pubblico) e poi dal 10 al 12 marzo a Sakhir.

La scuderia faentina, nata dalle ceneri della Minardi e passata alla denominazione attuale nel 2020 (prendendo il posto di Toro Rosso) è la quinta in ordine di tempo ad annunciare la data dello svelamento ma sale... sull'attuale "podio" dal punto di vista cronologico. La AT03 che (come la sorella maggiore Red Bull) monterà ancora la power unit Honda - gestita però dal neonato reparto motori Red Bull Powertrains - scenderà in campo quattro giorni dopo la Aston Martin AMR22 (giovedì 10 febbraio) e tre dopo la McLaren MCL36 (venerdì 11, appunto) ma anche - specularmente! - tre giorni prima della nuova Ferrari (il cui nome non è stato preannunciato) e quattro prima della nuova W13 di Mercedes. Per conoscere linee e veste grafica della Alpine A522 bisognerà invece attendere fino a lunedì 21 febbraio, due giorni prima del via dei test di Barcellona.

Obiettivo del team, settimo della classifica Costruttori al "debutto" come Alpha Tauri nel 2020 con Gasly e Daniil Kvyat e sesta l'anno scorso con il "francese di Milano" e con il rookie Tsunoda, non può che essere a questo punto la quinta casella. Incognite del nuovo regolamento parte, la missione è possibile, visto che nel 2021 Pierre e Yuki hanno sfiorato l'impresa: Alpha Tauri ha infatti chiuso il Mondiale a tredici soli punti di distanza da Alpine F1 Team (155 a 142) che ha vinto con Ocon in Ungheria ed è salita sul terzo gradino del podio con Alonso in Qatar. Intanto, Alpha Tauri batte Alpine di una settimana tonda tonda nella "corsa" al lancio delle monoposto 2022!

Servirà un ulteriore salto di qualità di Pierre Gasly, che nel 2021 è stato autore di un paio di exploits in qualifica, per poi raccogliere meno del previsto sotto alla bandiera a scacchi. Anche se i due quarti posti di Mexico City e Zandvort e - continuando ad andare indietro nel calendario - il terzo gradino del podio di Baku (per quanto agevolato dal ritiro di Verstappen  nel finale) non sono certo risultati trascurabili. Un altro quarto posto (nello showdown finale di Abu Dhabi) ha rappresentato il miglior risultato stagionale del suo giovanissimo team-mate giapponese che si è però segnalato più che altro per l'altalena di performances che ha contraddistinto la sua stagione d'esordio nel Mondiale. Franz Tost ha recentemente "esortato" Yuki a fare un deciso salto di qualità nel Mondiale che scatta tra poco meno di due mesi. Anche perché la filosofia Red Bull in fatto di piloti è ben nota e - con l'uscita di scena "progressiva" ma inesorabile di Honda e della sua... ala protettiva, Tsu ha l'obbligo di imparare a camminare sulle proprie gambe e... in fretta!

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti