OGGI CON AURIEMMA

Cuore tifoso Napoli, obiettivo primo posto a fine ottobre

Il calendario sorride agli azzurri: con un filotto si può pensare al sorpasso ai danni di Juve e Inter

di
  • A
  • A
  • A

Non si può fare a meno di guardare avanti, anche se per il Napoli la partita più importante è quella in programma oggi, al San Paolo contro la Sampdoria. Anche la prospettiva Liverpool, con l’esordio in Champions di martedì contro i campioni d’Europa, passa in secondo piano di fronte alla necessità di reagire alla sconfitta di Torino contro la Juventus e di rimediare al modo con il quale maturò quel 4-3 con le ferite non ancora rimarginate.

Ancelotti ha messo i doriani nel mirino, la prima di 8 partite di campionato che potrebbero trasformarsi in una corsa in discesa per gli azzurri. Cinque gare da giocare in casa (Sampdoria, Cagliari, Brescia, Verona e Atalanta) e altre 3 in trasferta (Lecce, Torino e Spal) con la prospettiva di scalare la classifica della serie A e centrare il primo posto in classifica entro la fine di ottobre.

Progetto ambizioso? Non tanto, se la squadra avrà risolto le disfunzioni in difesa sorte tra Firenze e Torino. Napoli con Il piede sull’acceleratore, perché adesso si presenta agli occhi della squadra anche la possibilità di fare il turnover, grazie ad un organico che Ancelotti reputa altamente affidabile, in virtù dei rinforzi arrivati sul mercato.

Ma ora tutta l’attenzione viene rivolta alla Sampdoria ed alle 7 gare successive, da vincere magari tutte, e capire come si comporteranno le altre due pretendenti al titolo. L’occhio del Napoli è puntato anche al cammino di Juventus ed Inter, entrambe coinvolte in un calendario non esattamente morbido come quello del Napoli.

La Juventus oggi farà visita ad una Fiorentina che non vince dallo scorso 17 febbraio (in trasferta a Ferrara) mentre al Franchi il successo manca addirittura dal dicembre 2018, poi Madame avrà pure lo scontro diretto con l’Inter. La stessa formazione nerazzurra, fino al termine di ottobre, giocherà tre partite non semplicissime: il testa a testa con la Juventus, il derby con il Milan e il match severo contro la Lazio.

Se il Napoli avrà guarito i suoi malanni, lo si vedrà già oggi nel match contro la Sampdoria ed una vittoria potrebbe diventare la molla per fare bottino pieno nelle 7 gare successive. Chissà, magari a fine ottobre le polemiche e le critiche delle prime due gare di campionato potrebbero essere diventate un lontano ricordo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments