CORONAVIRUS

Coronavirus: il basket si ferma. Dall'Irlanda, a rischio match 6 Nazioni contro l'Italia

Spadafora: "Forse lunedì verrà rimosso il divieto di non disputare le gare"

  • A
  • A
  • A

Oltre la contingenza e le decisioni già prese nell'immediato per fronteggiare il diffondersi del "coronavirus", in questi giorni ovviamente lo sguardo si posa anche un po' più in là, coinvolgendo anche manifestazioni programmate per l'estate, ad esempio, come le Olimpiadi di Tokyo 2020 o gli Europei di calcio, peraltro questa volta "itineranti" sul suolo continentale. Ecco l'evoluzione delle varie situazioni nello sport.

TIFOSI LUDOGORETS PREOCCUPATI PER SALUTE SQUADRA
I tifosi del Ludogorets non potranno seguire la loro squadra del cuore a San Siro per il ritorno di Europa League contro l'Inter a San a causa dell'emergenza coronavirus ma c'è da parte loro preoccupazione per la salute dei propri beniamini. Sui social e sul blog ungheresi si lamentano dei possibili rischi cui possono andare incontro i giocatori. "Questo significa che i calciatori del Ludogorets dovranno mettersi in quarantena per 14 giorni dopo il ritorno dall'Italia?", si domanda uno dei tifosi, che hanno sottolineato come sarebbe stato meglio giocare la partita in campo neutro.

6 NAZIONI, DALL'IRLANDA: CANCELLARE LA SFIDA CON L'ITALIA
E' sotto osservazione la gara del 6 Nazioni di rugby Irlanda-Italia, in programma il 7 marzo, che rischia di essere cancellata per motivi di salute pubblica. Lo riferisce l'agenzia Bloomberg citando Tony Holohan, capo del Dipartimento della Salute. Il quale raccomanda di annullare la partita a causa della "rapida evoluzione dell'epidemia" nel nord Italia e conseguente rischio di importare casi di coronavirus in Irlanda. Secondo l'agenzia il ministro della Salute, Simon Harris, ha accolto con favore la raccomandazione di annullare la partita, fatta nell'interesse della sicurezza pubblica.

SOPRON NON VUOLE SCHIO. PETRUCCI: "NON SIAMO APPESTATI"
"Non possono trattarci come appestati". Il presidente della Federbasket Gianni Petrucci al consiglio nazionale del Coni, denuncia il caso ungherese del rifiuto del Sopron, rivale di Schio nell'Eurolega femminile, di giocare con la Famila la prossima partita per la paura di un contagio del coronavirus. Nel corso del Consiglio Nazionale del CONI, Petrucci ha informato il ministro delle Politiche Giovanili e dello Sport Vincenzo Spadafora del fatto che il ministero degli Affari Esteri ungherese sia intervenuto sulla Federbasket ungherese per impedire che la squadra di Sopron giocasse in Eurolega contro il Famila Schio.

CALCIO FEMMINILE, RINVIATI I QUARTI DI RITORNO DI COPPA ITALIA
La FIGC ha disposto il rinvio a data da destinarsi delle gara di ritorno dei Quarti di Finale di Coppa Italia Femminile: Juventus Women-Empoli Ladies, Sassuolo-Florentia, Fiorentina Women's-Milan.

BASKET, SPADAFORA PARLERÀ CON FARNESINA PER IL CASO SCHIO
Nel corso del Consiglio Nazionale del CONI, il presidente FIP Giovanni Petrucci ha informato il ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili Vincenzo Spadafora di come il ministero degli Affari Esteri unhgerese sia intervenuto sulla Federbasket ungherese per impedire che la squadra di Sopron giocasse in Eurolega contro il Famila Schio. Lo riferisce la FIP in una nota. La motivazione addotta e' stata quella del timore che le giocatrici del Famila Schio fossero infette. Come e' noto la gara e' stata spostata a Lubiana il prossimo 26 febbraio. Il ministro Spadafora ha promesso di trasmettere la cosa al nostro ministero degli Esteri.

MALAGO': "LE OLIMPIADI SI FARANNO, PAROLA D'ONORE"
"Bisogna essere ottimisti. Dal mio punto di vista sarei un irresponsabile se dicessi una cosa diversa, sono un membro del Cio, Le Olimpiadi si faranno assolumente, ogni giorno parliamo con il Cio e non c'è nessun elemento inverso, vi do la mia parola d'onore". Ne è convinto il presidente del Coni Giovanni Malagò che al termine del Consiglio Nazionale rassicura tutti sui Giochi di Tokyo nonostante la minaccia Coronavirus. "Se sapessi qualcosa di diverso - aggiunge - forse non lo potrei dire ma vi giuro che non è così". 

CALCIO, BOLOGNA: RIPRENDONO LE ATTIVITA' GIOVANILI
Lo stop alle attività del settore giovanile, in casa Bologna, è durata un solo giorno. Il club aveva deciso la sospensione in seguito alle disposizioni della Regione Emilia-Romagna relativamente all'emergenza coronavirus. In seguito alle ulteriori comunicazioni del Comune di Bologna sull'ordinanza, da domani riprenderanno ad allenarsi le categorie Under 17 maschile e femminile, Under 16 maschile, Under 15 femminile. Da oggi ha già ripreso ad allenarsi la Primavera. Rimarranno ferme solo le categorie che vanno dalla Scuola Calcio agli Under 14.

RUGBY: RITIRO AZZURRO DA PARMA A ROMA
Si sposta da Parma a Roma - a seguito delle disposizioni governative in tema di contenimento dell'emergenza coronavirus - la sede del raduno della nazionale di rugby in preparazione del quarto match del Sei Nazioni 2020 contro l'Irlanda, in programma sabato 7 marzo a Dublino. Il ct, Franco Smith, ha convocato per venerdì prossimo 30 atleti. Nella lista si rivedono Tommaso Benvenuti e Giovanni Pettinelli, presenti nella rosa dell'Italrugby nei primi raduni del 2020. La comitiva azzurra partira' mercoledi' 4 marzo per Dublino e il giorno successivo Smith annuncerà la formazione.

IL MONDO DEL BASKET SI FERMA
"La Federazione Italiana Pallacanestro, di concerto con la Lega Basket Serie A, la Lega Nazionale Pallacanestro e la LegA Basket femminile, preso atto dei provvedimenti governativi e regionali in tema di salvaguardia della salute pubblica, dispone la sospensione, ed il conseguente rinvio, di tutte le gare del prossimo turno di Serie A, A2 e B maschile, della Serie A1 e A2 femminile. La Federazione continuerà ovviamente a monitorare con il massimo scrupolo l'evolversi della situazione sul territorio Nazionale, riservandosi di assumere ulteriori provvedimenti".

GARCIA: "IN FRANCIA SI CHIEDONO SE SIA GIUSTO FAR VENIRE I TIFOSI DELLA JUVE"
"Coronavirus? Io e miei giocatori siamo concentrati solo sul campo, ma parlando con il presidente mi ha detto che è tutto normale". Cosi' Rudi Garcia, allenatore del Lione, intervenuto ai microfoni di Sky Sport alla vigilia della partita contro la Juventus in Champions League. "È vero però che in Francia si stanno chiedendo se è una cosa buona far venire i tifosi italiani per vedere la partita, ma è un problema per gli esperti. Io mi intendo solo di calcio".

SPADAFORA: "POSSIBILE DA LUNEDI NON PROROGARE LO STOP ALLO SPORT"
"Se i dati non ci danno indicazioni diverse puo' darsi che da lunedì si possa non prorogare il divieto di disputare le gare". È l'annuncio fatto dal ministro dello sport Vincenzo Spadafora al Consiglio nazionale del Coni. "La salute degli italiani - aggiunge Spadafora - viene prima di ogni gara e di ogni impegno sportivo. Se fosse necessario prorogare il divieto e la comunità scientifica ce lo consentirà delimiteremo il divieto di fare le gare solo a determinate aree. Oggi verrà emanato un decreto di divieto fino all'1 marzo consentendo alle federazioni di fare le gare a porte chiuse".

LA SERIE B IN ATTESA
La Lega Serie B resta in attesa delle determinazioni delle autorità competenti in merito alle manifestazioni sportive alle quali si uniformerà. Lo si legge in una nota della stessa Lnpb, a seguito della riunione tenutasi nella giornata di ieri in Figc e dei preavvisati provvedimenti normativi legati all'emergenza coronavirus.

SPADAFORA: "NESSUN STOP ALLO SPORT NELLE ALTRE REGIONI"
"Abbiamo da poco concluso l'incontro alla Protezione civile con il premier Conte e in collegamento con i presidenti delle Regioni. Monitoriamo passo dopo passo e in questo momento non ci sono le condizioni e i motivi per estendere i provvedimenti restrittivi ad altre regioni, nel modo più assoluto". Lo ha detto il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, prima di entrare al Coni per partecipare al Consiglio Nazionale a proposito delle misure restrittive per il coronavirus già prese in sei regioni.

CIO, POUND: PER TOKYO 2020 ANCORA TRE MESI PER POTER DECIDERE
Tre mesi ancora per decidere il destino dei Giochi di Tokyo 2020. E' il lasso temporale stimato da Dick Pound, il membro più longevo del Comitato olimpico internazionale (Cio), per valutare se ci sono i margini o meno per poter organizzare l'evento olimpico minacciato dal coronavirus in rapida diffusione dalla Cina. Pound, in un'intervista all'Ap, non si mostra allarmista ma parla francamente dei rischi che corrono i Giochi nipponici, in programma dal 24 luglio. Pound è membro del Comitato Olimpico Internazionale dal 1978, 13 anni in più rispetto all'attuale presidente Thomas Bach.

IL GIAPPONE SOSPENDE IL CAMPIONATO DI CALCIO FINO AL 15 MARZO
La J-League, massima serie del campionato di calcio giapponese, ha annunciato la sospensione di tutte le partite ufficiali fino al 15 marzo a causa dell'emergenza coronavirus. Lo stop riguarda 94 incontri che dovevano essere giocati fino a metà marzo, tra cui 27 della prima divisione. "Faremo del nostro meglio per collaborare", ha spiegato il presidente della J-League Mitsuru Murai in una conferenza stampa. Il campionato è scattato lo scorso fine settimana e si giocherà fino all'inizio di dicembre.

L'INTER RIMBORSA I BIGLIETTI PER IL MATCH CONTRO IL LUDOGORETS
FC Internazionale Milano comunica ai propri tifosi le modalità di rimborso dei biglietti per l’incontro di UEFA Europa League contro il Ludogorets, che si disputerà giovedì 27 febbraio al Meazza a porte chiuse, come stabilito dalle Autorità. Tutti i biglietti acquistati sul sito ufficiale inter.it, quasi il 90% del totale, saranno automaticamente annullati e rimborsati. L’acquirente non dovrà quindi fare nulla: l’intero importo verrà riaccreditato sulla carta di credito utilizzata per l’acquisto. I tifosi che hanno acquistato presso i due punti vendita Inter, San Siro Stadio e Inter Store Milano, dovranno recarsi presso l'Inter Store Milano in Galleria Passarella 2 (MM San Babila) per ricevere il rimborso, restituendo i biglietti cartacei. Lo sportello biglietteria effettuerà apertura straordinaria tutti i giorni da mercoledì 26 Febbraio a martedì 3 Marzo, dalle 10.00 alle 19.00. La riconsegna dei biglietti cartacei deve avvenire entro 5 giorni dalla disputa della partita, ovvero entro martedì 3 marzo, termine massimo per produrre la documentazione fiscale dell'evento. Tutti coloro che hanno invece acquistato presso uno dei punto vendita Vivaticket potranno ottenere un rimborso secondo modalità in fase di definizione, alla luce del contesto straordinario, che saranno comunicate nei prossimi giorni. In caso di acquisto in modalità digitale, ossia con caricamento del titolo di accesso sulla tessera 'Siamo Noi', sarà sufficiente mostrare la ricevuta di acquisto.

CORONAVIRUS, POSTICIPATI I MONDIALI DI TENNIS TAVOLO IN COREA DEL SUD
I Mondiali di tennistavolo in programma in Corea del Sud sono stati posticipati a causa dell'emergenza coronavirus. La Ittf, Federazione internazionale Tennistavolo, ha annunciato di voler spostare la manifestazione, in programma a Busan dal 22 al 29 marzo al 21 al 28 giugno, un mese prima delle Olimpiadi di Tokyo. Dopo che Busan ha registrato i suoi primi casi confermati di coronavirus la scorsa settimana, i funzionari della città e gli organizzatori della manifestazione hanno tenuto un "incontro di emergenza". Il nuovo calendario dei tornei potrebbe influire sulle competizioni del World Tour in Australia e Corea del Sud, attualmente in programma a giugno.

SOSPESE LE PRIME TAPPE DEL "PANINI TOUR UP 2020"
Le prime tappe del 'Panini Tour Up! 2020', l'iniziativa promozionale per il lancio della collezione di figurine 'Calciatori 2019-2020', sono state al momento sospese in via cautelativa. E' quanto hanno deciso la Panini con il gruppo Intesa Sanpaolo, partner strategico della nuova raccolta, in seguito alla situazione Coronavirus. Nel prossimo weekend di sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo, la manifestazione avrebbe dovuto iniziare da Bari con la presenza di un coloratissimo 'villaggio' dove giocare, vincere premi e scambiare figurine per completare l'album. Negli stessi giorni, altre attività del tour erano previste anche in un centro commerciale di Verona e in quattro filiali di Intesa Sanpaolo a Genova, Cernusco sul Naviglio (Mi), Bologna e Reggio Calabria.

UVA (UEFA): "STOP SOLO SE LA SITUAZIONE PRECIPITASSE"
Si è espresso oggi Michele Uva, vicepresidente della Uefa. "Cerchiamo di non fermarci, il percorso sportivo verrà bloccato solo se la situazione dovesse precipitare. Siamo in una fase d'attesa, monitoriamo Paese per Paese, il calcio deve seguire le indicazioni governative dei singoli Stati. Cerchiamo di non fermarci, il percorso sportivo verrà bloccato solo se la situazione dovesse precipitare".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments