Calcio ora per ora

UDINESE, Sottil: "Non una grande giornata per l'arbitro"

Dopo la sconfitta contro la Fiorentina, Andrea Sottil mastica amaro

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Dopo la sconfitta contro la Fiorentina, Andrea Sottil mastica amaro e non nasconde le sue perplessità sull'arbitraggio. "Abbiamo preso gol dopo sette minuti: ok la bravura dell'avversario ma dovevamo essere più concentrati - ha spiegato il tecnico dell'Udinese -. Buona partita della squadra, in questo momento siamo molto contati, soprattutto davanti. Ce l'abbiamo messa tutta ma non ci siamo riusciti, abbiamo avuto situazioni importanti per pareggiarla. Peccato, però non ho nulla da recriminare ai ragazzi". "Non mi piace parlare del direttore di gara, c'è chi è addetto per farlo - ha aggiunto -. Posso dire magari che non era in una grandissima giornata, sia per una parte che per l'altra. Ha dato un fallo a Ebosele per spalla a spalla, lo ammonisce perché anticipa Biraghi. E altro, anche a favore nostro". "Cosa è successo nel finale? Sinceramente non ho capito neanche io. Penso una cosa: ho giocato tanti anni a calcio, a fine partita ci possono essere dei battibecchi. Ho visto un po' di parapiglia mentre parlavo col mio vice, ma il direttore di gara anche lì poteva saper gestire queste situazioni - ha contnuato Sottil -. Non ho visto mani addosso, schiaffi, testate o pugni, ma solo discussioni. Magari puoi arrivare lì e ammonire, oppure dividere". "A fine partita non siamo lucidi, tutti quanti, ma sono battibecchi di campo - ha concluso -. Dispiace però non avere Becao con la Lazio, oltre il danno la beffa".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti