Calcio ora per ora

Swansea e suoi giocatori boicottano social contro il razzismo

 Lo Swansea City, club gallese che milita nella seconda divisione inglese,

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

 Lo Swansea City, club gallese che milita nella seconda divisione inglese, e i suoi giocatori boicotteranno tutti i social media in protesta per i continui insulti razzisti contro gli atleti di colore. Per sette giorni a partire da oggi, non ci saranno post su Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, YouTube, TikTok e Snapchat. Il club gallese ha scritto ai CEO di Twitter Jack Dorsey e Facebook Mark Zuckerberg per chiedere controlli e punizioni piu' rigorosi per coloro che pubblicano messaggi razzisti. "Tre membri della nostra squadra hanno subito insulti razziali nelle ultime settimane e, come squadra e club, volevamo prendere questa posizione mentre chiediamo nuovamente a coloro che sono in prima linea nelle societa' di social media di attuare un cambiamento che e' necessario ora e in futuro", ha detto il capitano dello Swansea Matt Grimes. "Trovo sbalorditivo che si parli ancora di razzismo e abusi di questo tipo. Siamo profondamente consapevoli delle pressioni all'interno del molto del calcio a certi livelli, ma non va sottovalutato il modo in cui tali livelli di abusi possono influenzare qualcuno", ha aggiunto.

Leggi Anche