SPAGNA

Messi teme il Napoli, Bartomeu convoca Setien: Barça, è vera crisi

Il fuoriclasse dei catalani a testa bassa: "Così non vinciamo la Champions". Presidente e allenatore a confronto per uscire dal momento no

  • A
  • A
  • A

Leo Messi parla poco ma, quando lo fa, trema il Camp Nou. Come dopo la sfida persa contro i navarri dell'Osasuna di Pamplona in casa. L'argentino, in gol per il momentaneo 1-1, è apparso assai contrariato e non tanto perché il titolo spagnolo è andato - con un turno d'anticipo - ai rivali del Real Madrid. "Non ci aspettavamo questo epilogo - le parole di Messi - ma tutto questo conferma l'andamento della stagione. Siamo una squadra debole e molto irregolare, che ha perso punti dove non avrebbe dovuto. Il Madrid ha fatto la propria parte e, dopo lo stop, non ha perso alcuna partita. Noi, al contrario, abbiamo perso molti punti e dobbiamo fare autocritica, cominciando proprio da noi giocatori per arrivare a tutti gli altri. Siamo il Barcellona e siamo obbligati a vincere ogni partita".
"La squadra - ha rincarato la dose, Messi - lascia molto a desiderare e lo ha fatto in tante, troppe partite. Se si continua così sarà difficile vincere la Champions. Adesso abbiamo bisogno di un po' di pausa e di concentrarci sulla Champions. Si parte da zero. Se giochiamo così con il Napoli perdiamo. Se sono arrabbiato? E' normale, tutti nel club lo sono. Le persone stanno esaurendo la propria pazienza, perché noi non diamo nulla in cambio". Intanto il presidente Bartomeu sta incontrando in queste ore Quique Setien. Non si escludono clamorosi ribaltoni, visto che lo stesso allenatore blaugrana, dopo la partita con l'Osasuna ha dichiarato di non avere idea di quale potrà essere il suo futuro immediato. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments