VERONA-FIORENTINA 1-0

Serie A, Verona-Fiorentina 1-0: Di Carmine punisce i Viola

Un'azione corale dell'Hellas stende la formazione di Montella, priva di Chiesa. Pezzella esce dal campo per un colpo allo zigomo

  • A
  • A
  • A

Il Verona conquista la terza vittoria nelle ultime quattro partite e prosegue il suo ottimo campionato. Al Bentegodi la formazione allenata da Juric supera 1-0 la Fiorentina grazie alla rete di Samuel Di Carmine, che decide il match al 66’ con il suo primo gol in Serie A, concludendo un’azione da manuale dell’Hellas, che vede protagonista anche Faraoni, autore dell’assist. I Viola, senza Chiesa per tutti i 90 minuti, perdono a inizio match il capitano Pezzella per un colpo subìto allo zigomo.

LA PARTITA
La prima rete in Serie A del fiorentino Samuel Di Carmine (contro la squadra che lo ha lanciato e cresciuto) regala un altro successo al Verona (il terzo nelle ultime quattro partite), che sorpassa in classifica proprio gli uomini di Montella, si allontana sensibilmente dalla zona retrocessione e adesso può sognare in grande.
Gara che si fa subito in salita per i Viola: al 3’, infatti, una gomitata di Di Carmine ai danni di Pezzella costringe quest’ultimo a lasciare il campo in lacrime. Il colpo allo zigomo destro è stato fortissimo per l’argentino, che se lo era già fratturato lo scorso maggio a Empoli e si era dovuto operare. Al suo posto subentra Ceccherini. L’Hellas approfitta del momento di stordimento iniziale della Fiorentina, dopo la sostituzione improvvisa del suo capitano, e costruisce due ottime occasioni: al 12’ Gunter colpisce al volo di piatto sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla sfiora il palo alla destra di Dragowski, poi tre minuti più tardi Verre si inventa una bordata dal limite diretta all’incrocio sulla quale il portiere polacco si supera e devia in angolo. Al 22’ Di Carmine si ritrova tutto solo davanti a Dragowski dopo un rimpallo fortunoso: la conclusione al volo è innocua. La prima occasione per gli ospiti arriva al 35’, quando Vlahovic, servito da Ribery calcia rasoterra; Silvestri para coi piedi. Sull’altro fronte, però, gli attacchi veronesi non accennano a smettere: Salcedo libera bene Faraoni, ma è decisivo l’intervento di Dragowski con il corpo a mezzo metro dal difensore ex Crotone. Il campo pesante del Bentegodi non favorisce giocate di qualità nel diluvio di Verona. In ogni caso la Fiorentina appare più volitiva a inizio ripresa: Vlahovic sfiora la traversa su punizione, Caceres scivola sul più bello al momento della deviazione decisiva sul corner di Cristoforo e fa perdere un tempo a Benassi. Nel momento forse più positivo della squadra di Montella, il Verona sblocca il risultato al 66’: azione da antologia dei padroni di casa che lanciano Faraoni sulla destra, il cui traversone vede il velo di Verre e così Di Carmine punisce Dragowski con un piattone nell’angolino basso. Primo centro in Serie A per l’ex attaccante del Perugia, il quale poco dopo viene chiuso da un ottimo Dragowski in uscita bassa ad anticiparne la conclusione. Il tiro insidiosissimo al volo di Zaccagni, che fa la barba al palo, mette fine alle ostilità. Il Verona sale in classifica; Montella è fischiatissimo. 
 
LE PAGELLE
Di Carmine 7 – Nemmeno il più grande regista avrebbe potuto immaginare una scena del genere: firma il suo primo gol in Serie A a 31 anni contro la squadra che lo ha cresciuto nelle giovanili. Ed è una rete che vale altri 3 punti pesantissimi per questo sorprendente Verona.
Faraoni 6,5 – Meriterebbe sicuramente maggiora fortuna nel finale di primo tempo sulla mancata zampata vincente che si stampa contro Dragowski, ma è perfetto nell’assist che porta al gol vittoria di Di Carmine.
Dragowski 7 – Nel primo tempo salva la Fiorentina compiendo almeno due grandi parate su Verre e Faraone; nella ripresa si ripete con un’ottima respinta sul colpo do testa di Salcedo a botta sicura, ma non può veramente nulla su Di Carmine.
Ribery 6,5 – È sicuramente tra i migliori dei suoi. I pericoli più importanti costruiti dai Viola nascono quasi sempre dai suoi piedi. Vlahovic non sempre riesce a dare manforte ai suoi suggerimenti. 
Venuti 5 – L’impressione è che Lazovic e Verre facciano un po’ quello che vogliono nella sua zona di competenza. Commette un brutto fallo su Pessina che gli costa il giallo, rischiando forse anche qualcosa di più.
 
IL TABELLINO
VERONA-FIORENTINA 1-0
Verona (3-4-2-1): Silvestri 6; Rrahmani 6,5, Bocchetti 6 (36’ st Dawidowicz sv), Gunter 6,5; Faraoni 6,5, Amrabat 6,5, Pessina 6,5, Lazovic 6,5; Verre 6,5, Salcedo 6 (27’ st Zaccagni 6,5); Di Carmine 7 (39’ Stepinski sv). A disp.: Berardi, Radunovic, Adjapong, Wesley, Empereur, Henderson, Pazzini, Tutino, Vitale. All.: Juric 6,5.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski 7; Milenkovic 6, Pezzella sv (4’ Ceccherini 6), Caceres 5,5; Venuti 5 (19’ st Lirola 6), Benassi 5 (31’ st Ghezzal 5,5), Badelj 5, Cristoforo 5,5, Dalbert 5; Ribery 6,5, Vlahovic 5,5. A disp.: Terracciano, Cerofolini, Pedro, Boateng, Chiesa, Eysseric, Ranieri, Sottil, Zurkowski. All.: Montella 5,5.
Arbitro: Giua
Marcatori: 21’ st Di Carmine (V)
Ammoniti: Di Carmine (V), Pessina (V), Venuti (F), Milenkovic (F), Faraoni (V)
Espulsi: – 

LE STATISTICHE
•    Il Verona ha raccolto 18 punti in questo campionato, dopo 13 gare nell’era dei tre punti a vittoria i gialloblù hanno fatto meglio solo nel 2013/14 (22) e nel 2001/02 (19).
•    Il Verona ha vinto tre delle ultime quattro partite in campionato (1P), tanti quanti successi nelle precedenti 20 di Serie A.
•    Le ultime otto reti del Verona in Serie A sono state messe a segno da otto marcatori differenti.
•    Prima rete in Serie A per Samuel Di Carmine all'ottava presenza nella massima serie.
•    Il Verona ha effettuato sette tiri nello specchio, record per i gialloblù in un match di questo campionato.
•    Quattro dei cinque assist di Marco Faraoni in Serie A sono stati forniti in match casalinghi, questo è il primo con la maglia del Verona.
•    La Fiorentina ha raccolto un solo punto nelle ultime sei sfide contro formazioni neopromosse in Serie A, rimamendo sempre a secco di gol; l’ultima squadra che ha infilato una striscia peggiore di match consecutivi senza reti è stata il Brescia nel 1980 (otto in quel caso).
•    La Fiorentina ha perso gli ultimi due match di campionato, tanti quanti nei 10 precedenti (4V, 4N).
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments