SPEZIA-MILAN 2-0

Serie A, Spezia-Milan 2-0: Pioli rischia il sorpasso

Maggiore e Bastoni stendono i rossoneri, mai in partita: l'era americana dei liguri comincia con un trionfo

di
  • A
  • A
  • A

Il Milan cade 2-0 a La Spezia nel quarto anticipo della 22esima giornata di Serie A e spiana la strada al possibile sorpasso dell'Inter in vetta alla classifica. Serata da dimenticare per i rossoneri, dominati per 90 minuti dai ragazzi di Italiano, che la sbloccano al 56' con Maggiore al termine di una grande azione di squadra e raddoppiano al 67' con una perla di Bastoni dal limite. Secondo successo di fila per i liguri, che allungano a + 9 sulla zona retrocessione.

LA PARTITA

Stanco, lento, impreciso, dominato sul piano fisico e tattico. Talmente ingabbiato da non riuscire a concludere in porta neanche una volta. Il Milan torna dalla trasferta in Liguria con le ossa rotte e ora è costretto a guardarsi alle spalle. Contro la Lazio, infatti, i cugini nerazzurri hanno la chance di prendersi il primo posto in classifica, a una settimana esatta da quello che, in ogni caso, sarà uno dei derby più attesi degli ultimi anni. Lo Spezia comincia invece la sua avventura 'Made in Usa' come meglio non poteva. Con una vittoria meritatissima, in una serata incredibilmente a senso unico. Quello di Italiano è un capolavoro di tattica, di preparazione atletica e di spirito di squadra. Una macchina talmente perfetta da potersi permettere il lusso di un solo cambio, a 7 minuti dalla fine.

I padroni di casa partono in maniera piuttosto pimpante, aggredendo alto il Milan e occupando gli spazi con tanti uomini. La prima occasione è proprio per i liguri, che sugli sviluppi di un corner impegnano Donnarumma con una conclusione ravvicinata dell'ex Saponara. Dopo un avvio un po' sonnacchioso gli uomini di Pioli provano a prendere in mano il pallino del gioco, ma il possesso resta a lungo sterile: Saelemaekers e Leao faticano a trovare spazi oltre le linee, Calhanoglu, pressato senza sosta da Ricci, sbaglia qualche pallone di troppo e Ibra è spesso costretto ad abbassarsi per provare a creare in prima persona. L'equilibrio regge fino alla fine di un primo tempo tatticamente interessante, ma di fatto privo di emozioni e quando Chiffi manda le squadre negli spogliatoi il risultato è inchiodato sullo 0-0.

A inizio ripresa è ancora lo Spezia a mettersi in mostra per intensità e carica agonistica, mentre il ritmo del Milan resta basso, la manovra prevedibile e gli sbocchi verso Ibrahimovic praticamente nulli.  La pressione avvolgente e insistita dei bianconeri viene premiata al 57', quando uno strepitoso Agudelo strappa palla a Theo Hernandez e lancia un contropiede finalizzato da Maggiore, che trova il suo primo gol in Serie A colpendo a porta vuota con Donnarumma a terra. Pioli prova a dare una svegliata ai suoi rivoluzionando l'impianto con l'inserimento di Tomori, Meité e Mandzukic, ma appena effetuati i cambi lo Spezia raddoppia: Estevez tocca una punizione defilata per Bastoni posizionato al limite, che con un sinistro-capolavoro trafigge Donnarumma sul palo lungo. L'unica vera chance per i rossoneri di tutto il secondo tempo capita sulla testa di Mandzukic al 92', ma il croato schiaccia fuori. Prima del triplice fischio, c'è tempo anche per una traversa colpita da Acampora, il solo subentrato della serata per lo Spezia. Immagine-simbolo di una serata davvero a senso unico.

LE PAGELLE

Ricci 7 - Italiano lo martella dalla panchina, lui martella sul campo non lasciando un attimo di respiro a Calhanoglu e stroncando sul nascere ogni tentativo rossonero di avviare l'azione. Una delle chiavi del capolavoro tattico dell'allenatore spezzino.
Maggiore 7,5 - Alla consueta generosità si aggiungono giocate di qualità e un gol tanto facile quando decisivo. Il suo primo in Serie A, contro la prima in classifica. Non cose da tutti i giorni.
Agudelo 7,5 - Indiavolato fin dai primi minuti, svaria su tutto il fronte d'attacco senza dare punti di riferimento ed è sempre il primo a impegnarsi nel pressing. Proprio da un suo recupero palla nasce il gol che sblocca l'incontro.
Bastoni 7,5 - La crescita costante messa in mostra in questo campionato si è concretizzata in una serata da protagonista, in cui alle consuete sgroppate sulla fascia si aggiunge la perla del 2-0 che manda in paradiso i suoi.

Calhanoglu 5 - Subisce fin da subito il pressing avversario, faticando a trovare spazio e a creare gioco. Quasi sempre anticipato o contrastato, mai pericoloso nemmeno sui calci da fermo. Serataccia.
Ibrahimovic 5,5 - Disperso nella solitudine dell'attacco rossonero, prova in qualche occasione ad abbassarsi per liberare spazi alle sue spalle, ma con scarsi risultati. Prova a dare la carica ai suoi con la solita leadership, ma questa volta non basta.
Theo Hernandez 5,5 - In fase offensiva non fa mancare il suo contributo ed è uno degli ultimi a smettere di provarci, ma il gol che sblocca l'incontro nasce da una sua leggerezza, che non può passare inosservata.
Leao 5 - Tocca pochissimi palloni e non entra mai in partita. I compagni faticano a innescarne la velocità, lui non riesce mai a farsi trovare libero. Sostituito forse fin troppo tardi.

IL TABELLINO

Spezia-Milan 2-0
Spezia (4-3-3): Provedel 6; Vignali 7, Ismajli 6,5, Erlic 6,5, Bastoni 7,5; Estevez 6,5, Ricci 7, Maggiore 7,5 (38' st Acampora 6,5); Saponara 6,5, Agudelo 7, Gyasi 6.
Allenatore: Italiano 8
Milan (4-2-3-1): Donnarumma 6; Dalot 5, Kjaer 6 (25' st Tomori 6), Romagnoli 6, Hernandez 5,5; Kessie 6, Bennacer 5,5 (19' st Meité 5,5); Saelemaekers 5,5 (38' st Castillejo sv), Calhanoglu 5 (38' st Hauge sv), Leao 5 (19' st Mandzukic 6); Ibrahimovic 5,5.
Allenatore: Pioli 5
Arbitro: Chiffi
Marcatori: 12' st Maggiore (S), 22' st Bastoni (S)
Ammoniti: Vignali (S), Bastoni (S), Erlic (S), Dalot (M)
Espulsi:

LE STATISTICHE

•    Prima dello Spezia, l'ultima neopromossa ad aver vinto in Serie A contro una squadra prima in classifica a inizio giornata era stata il Verona contro Juventus, 2-1 proprio un anno fa (febbraio 2020).
•    Dopo 419 giorni, il Milan gioca una trasferta in Serie A senza segnare (la precedente è lo 0-5 contro l’Atalanta nel dicembre 2019 – data della precedente sconfitta dei rossoneri lontani da San Siro).
•    Era da aprile 2018 che il Milan non perdeva in Serie A contro una squadra neopromossa (0-1 v Benevento, anche in quell’occasione contro una squadra alla stagione d’esordio nel massimo campionato).
•    Lo Spezia ha ottenuto più punti in questo campionato con le squadre attualmente nella metà alta della classifica (13) rispetto a quelle nella metà bassa (11).
•    Le ultime 10 reti dello Spezia in Serie A sono state messe a segno da giocatori diversi: Pobega, Terzi, Nzola, Piccoli, Farias, Verde, Erlic, Gyasi, prima di Maggiore e Bastoni in questa gara.
•    Solo l'Atalanta (15) ha mandato in gol più giocatori diversi dello Spezia in questo campionato (13).
•    Prima di questa gara, l'ultimo incontro in cui due giocatori hanno segnato la loro prima rete in Serie A contro il Milan è stata nel dicembre 2017 (Antonio Caracciolo e Daniel Bessa con il Verona).
•    Tutte le cinque reti tra Milan e Spezia in Serie A sono state segnate nel corso dei secondi tempi.
•    Era da agosto 2019 (v Udinese) che il Milan non chiudeva una gara di Serie A senza tiri nello specchio.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments