Serie A, Sampdoria-Empoli 1-2: Andreazzoli crede alla salvezza

Farias e Di Lorenzo decidono la sfida, il Genoa è lontano solo un punto. Quagliarella sempre più Re dei bomber

di
  • A
  • A
  • A

L'Empoli torna a vincere in casa della Sampdoria 13 anni dopo l'ultima volta e torna prepotentemente in corsa nella lotta salvezza. Nella 36esima giornata di Serie A i toscani di Andreazzoli passano 2-1 a Marassi e salgono ad un solo punto dal quartultimo posto del Genoa. A decidere la sfida le reti, entrambe nella ripresa, di Farias e Di Lorenzo, nel finale il gol dal dischetto di Quagliarella, che tocca quota 26. Audero ha parato un rigore a Caputo.

LA PARTITA

Giampaolo deve fare a meno dello squalificato Colley e di Andersen che è ko, in difesa sceglie quindi l'inedita coppia Ferrari-Tonelli con Sala sull'out di destra. A centrocampo confermato il trio di Parma, mentre alle spalle di Quaglierella e Gabbiadini (Defrel ko all'ultimo momento) agisce Caprari e non Ramirez. Andreazzoli, che deve rinunciare a La Gumina, Diks, Antonelli, Maietta e Mchedlidze, risponde con un 3-5-2 con Farias e il recuperato Caputo coppia d'attacco. In difesa rientra Dell'Orco, che completa il reparto con Silvestre e Veseli, confermato il centrocampo visto contro la Fiorentina.

La gara si apre con un brivido per la Samp, che rischia di andare sotto sull'errore in disimpegno di Jankto, poi i doriani si sistemano sulla difensiva e aspettano mentre gli ospiti fanno la partita e cercano gli spazi giusti per sfondare. I toscani fanno possesso palla e mettono pressione ai padroni di casa, Traoré salta la prima linea della difesa e serve profondo per Caputo, che però viene fermato dal palo (7'), un minuto dopo la risposta al volo di Quagliarella dal limite termina alta. L'Empoli ha maggiori motivazioni, ma la partita è comunque equilibrata: Caprari ci prova da fuori (15'), Dragowski si supera su Jankto (18'), poi è Audero a dire di no a Traoré in uscita (20'). Col passare dei minuti la Samp guadagna campo, intorno alla mezzora ancora una chance per Jankto, ma il risultato non si sblocca neanche quando ci prova Quagliarella di testa (32'). Nel finale della prima frazione Murru reclama un rigore, ma Doveri lascia correre e, nonostante le molte occasioni, si va al riposo sul risultato di 0-0.

La ripresa comincia con gli stessi 22 in campo e con l'Empoli in attacco come in avvio di gara. I toscani guadagnano il loro primo calcio d'angolo dopo due minuti e poi Farias calcia altissimo da ottima posizione al volo (8st'). Sono le premesse al gol che spacca la partita: Traorè sfonda sulla destra, si libera di Murru e dopo una grande azione personale mette in mezzo per Farias, che sceglie il tacco per battere Audero da due passi (11'st). I doriani protestano per l'intervento su Murru, Chiffi lo rivede in sala Var e dopo due minuti conferma la decisione di Doveri: Empoli in vantaggio e momentaneamente ad un solo punto dal quartultimo posto del Genoa che significherebbe salvezza. Una volta sotto la Samp prova subito a reagire, Caprari ha una buona occasione dal limite, Quagliarella spreca un buon calcio di punizione, poi Giampaolo decide di gettare nella mischia anche Marco Sau al posto dello stesso Caprari (25'). L'Empoli si abbassa, ma alla prima buona chance fa subito male in contropiede: Farias scappa alla difesa di casa e viene abbattuto in area da Tonelli, Caputo si presenta sul dischetto ma si fa respingere la conclusione da Audero, sulla ribattuta il più lesto di tutti è Di Lorenzo, che a botta sicura firma il 2-0 (30'st). Nel finale, nonostante i 6 minuti di recupero, succede poco, c'è tempo solo per il 26esimo gol in campionato di Quagliarella, che dal dischetto batte Dragowski e prende il largo in vetta alla classifica marcatori. Al triplice fischio la panchina dell'Empoli esplode, le speranze di salvezza sono ancora vive.

LE PAGELLE Audero 6,5 - Incolpevole sui gol subiti, è bravo in avvio di gara a deviare il tiro di Caputo sul palo e ancor più bravo nel finale a parare il rigore del bomber toscano.
Jankto 5,5 - Pericoloso due volte nel primo tempo e una nella ripresa, ma sbaglia tanto ed è troppo spesso fuori posizione: l'impressione è che faccia molta fatica negli schemi di Giampoalo.
Tonelli 5 - Per lui era la partita dell'ex, nell'inedita coppia con Ferrari, ma la prestazione è stata da dimenticare. Non riesce a intervenire sull'assist di Traoré, abbatte Farias in area e si becca anche un cartellino giallo. 
Quagliarella 6,5 - Non una grande partita per il capocannoniere del campionato, ma il rigore segnato nel finale gli permette di ipotecare il trono dei Re dei bomber.

Dragowski 6,5 - Le sue ottime parate nel primo tempo su Jankto e Quagliarella tengono in vita l'Empoli, nella ripresa è poco impegnato.
Traoré 7 - Qualità e tanta quantità a centrocampo, non si stanca mai di correre e da una sua grande azione personale nasce il vantaggio di Farias.
Caputo 5 - Forse l'unica nota stonata della squadra: era in dubbio per un problema fisico che forse lo ha limitato, ma comunque ha graffiato pochissimo e l'errore dal dischetto senza la correzione di Di Lorenzo sarebbe potuto essere letale per i roscani.
Farias 7 - A differenza del suo compagno di attacco gioca una grande partita ed è in una parola 'decisivo': suo il gol che sblocca il match, poi è lui a conquistarsi il rigore che chiude la partita.

IL TABELLINO SAMPDORIA-EMPOLI 1-2
Sampdoria (4-3-1-2): Audero 6,5; Sala 5,5, Ferrari 5,5, Tonelli 5, Murru 5,5; Praet 5,5, Ekdal 6 (25'st Vieira 6), Jankto 5,5; Caprari 5 (25'st Sau 6,5); Gabbiadini 5 (34'st Ramirez sv), Quagliarella 6,5. A disp: Rafael, Belec, Tavares, Bereszynski, Farabegoli, Vieira, Linetty, Ramirez, Saponara, Sau. All. Giampaolo 5

Empoli (3-5-2): Dragowski 6,5; Veseli 6, Slvestre 6,5, Dell'Orco 6; Di Lorenzo 7, Traoré 7 (43'st Capezzi sv), Bennacer 6 (45'+2st Brighi sv), Krunic 5,5, Pajac 6; Farias 7 (33'st Acquah 6), Caputo 5. A disp: Provedel, Perucchini, Pasqual, Rasmussen, Nikoloau, Capezzi, Brighi, Acquah, Ucan, Oberlin. All. Andreazzoli 6,5

Arbitro: Doveri
Marcatori: 11'st Farias, 30'st Di Lorenzo (E), 45'+2st Quagliarella (S)
Ammoniti: Di Lorenzo (E), Ekdal, Tonelli (S)
Espulsi:

LE STATISTICHE L'Empoli vanta 35 punti in campionato: solo una delle ultime dieci squadre ad aver collezionato almeno 35 punti al termine della 36ª giornata è retrocessa in Serie B – il Carpi nel 2016, proprio a quota 35.
L'Empoli ha trovato il suo primo successo esterno in questo campionato; in particolare, i toscani non vincevano in trasferta da aprile 2017 nella massima serie.
L'Empoli ha vinto due match di fila per la seconda volta in questo campionato, dopo esserci riuscito una prima volta lo scorso novembre.
L'Empoli ha vinto al Ferraris contro la Sampdoria, dopo aver trovato un solo successo nelle precedenti 11 sfide esterne contro i blucerchiati in Serie A.
Fabio Quagliarella ha trasformato nove dei 10 rigori calciati: nei Top-5 campionati europei in corso solo Luka Milivojelic ne conta di più (10).
Da quando Opta raccoglie questo tipo di dato (2004/05), solo Zlatan Ibrahimovic nel 2011/12 (10 gol) ha segnato di più dal dischetto di Quagliarella in questo campionato (nove reti) in una singola edizione della competizione.
Nessun giocatore ha fallito più tiri dal dischetto di Francesco Caputo in questo campionato (tre errori, al pari di De Paul).
Giovanni di Lorenzo ha preso parte attiva a sette gol (quattro reti, tre assist) nel torneo in corso: l'ultimo difensore dell'Empoli a partecipare a più reti in un singolo massimo campionato è stato Antonio Buscé nel 2006/07 (13).
Diego Farias è andato a segno in due presenze di fila per la prima volta da maggio 2017 in Serie A; il brasiliano ha realizzato il suo primo gol in trasferta con l'Empoli, dopo aver messo a segno al Castellani le precedenti tre reti in campionato.
Hamed Junior Traore ha partecipato a due gol (una rete, un assist) nelle sue ultime quattro presenze in Serie A, dopo aver preso parte ad una sola rete nelle precedenti 26 gare disputate.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments