PARMA-UDINESE 2-2

Serie A, Parma-Udinese 2-2: doppia rimonta dei Friulani al Tardini

Cornelius e Kucka illudono i gialloblù di D'Aversa nel primo tempo, ripresi da Okaka e Nuytinck nella ripresa

  • A
  • A
  • A

Finisce in parità l'anticipo dell'ora di pranzo della 23.a giornata di Serie A, al Tardini Parma e Udinese 2-2. Rimonta friulana nella ripresa dopo il doppio vantaggio della squadra di D'Aversa nel primo tempo avanti già al 3' con il colpo di testa di Cornelius bissato poi dal dischetto da Kucka al 32'. L'Udinese l'ha riaperta con Okaka al 64' cinque minuti dopo l'ingresso in campo, completando la rimonta con Nuytinck a dieci minuti dal termine.

LA PARTITA

Una sfida, due volti. Parma e Udinese hanno disputato una gara nella gara con D'Aversa e Gotti, i rispettivi allenatori, bravi a sorprendere l'avversario in momenti opposti dal punto di vista tattico, come fedelmente riportato dal risultato. Se l'approccio alla sfida è stato completamente favorevole ai gialloblù, avanti 2-0 in un primo tempo dominato, nella ripresa le mosse di Gotti hanno ribaltato le sorti del match fino al 2-2 finale che per i bianconeri ha un sapore decisamente più dolce anche in chiave classifica. Questa, invece, continua a piangere miseria per il Parma che anche in una giornata in cui la prova di squadra c'è stata non riesce a vincere. 

I forfait di Gervinho da una parte e Samir (nel riscaldamento) dall'altra hanno cambiato il piano tattico della vigilia, ma la formazione scelta da D'Aversa con fiducia al giovane Mihaila in attacco e a Cornelius in chiave riferimento offensivo ha messo subito in difficoltà l'Udinese. Al 3' con un'azione sulla sinistra iniziata da un colpo di tacco sulla linea laterale di Hernani ha portato all'immediato vantaggio del Parma con cross di Pezzella sfruttato al meglio da Cornelius in anticipo su Bonifazi e Zeegelaar, facendo ritrovare ai gialloblù quel gol casalingo che mancava da fine ottobre. Per tutto il primo tempo però gli spazi aperti dal centravanti danese hanno permesso a Mihaila e Karamoh di puntare in velocità la porta di Musso e dopo un paio di occasioni sprecate dagli esterni, al 32' il giovane rumeno è stato steso in area da Becao per il raddoppio su rigore di Kucka. Qualità e velocità negli spazi, ecco la chiave per il Parma.

Scenario completamente cambiato nel secondo tempo e non per caso. Le mosse di Gotti all'intervallo con l'inserimento di una seconda punta al fianco di Llorente e di Molina sull'esterno hanno dato un chiaro messaggio offensivo alla squadra, trascinata dalla qualità - e dal moto costante - di De Paul per tutta la ripresa. Okaka e Ouwejan, gli altri due subentrati a gara in corso, hanno fatto il resto. Dopo aver sfiorato il tris con Kucka infatti il Parma è via via andato spegnendosi, vittima della stanchezza e di una paura di (non) vincere che al 64' è diventato spauracchio, quando De Paul spostato sul centrodestra ha pennellato sulla testa di Okaka il pallone che ha riaperto la contesa. L'imprecisione di Mihaila in ripartenza ha fatto il resto in una partita che dopo l'intervallo si è spostata interamente nella parte di campo gialloblù.

L'episodio del pareggio è arrivato all'80' con il secondo gol in Serie A di Nuytinck sugli sviluppi di palla inattiva battuta da Ouwejan, in anticipo su Bruno Alves mandato in campo da D'Aversa per difendere il vantaggio nel finale. Un gol annullato allo stesso Ouwejan e un rigore reclamato da Nestorovski hanno fatto il resto, senza cambiare un 2-2 che fa comunque più felice l'Udinese che il Parma, sempre penultimo.

--
LE PAGELLE

Cornelius 7 - Rinvigorito dopo mesi di letargo. Il gol in apertura è da centravanti puro per movimento e scelta di tempo, ma ha anche il merito di dargli entusiasmo. Raccorda il gioco per la squadra e apre spazi ai compagni come nei suoi momenti migliori.

Mihaila 6,5 - Giovane, arrembante, di qualità e senza paura. Protagonista nei primi due gol del Parma giostrando sulla sinistra, si procura anche il rigore mandando al bar Becao. Velocità e tecnica, perde lucidità davanti alla porta.

Kucka 7 - Arretrato di qualche metro, trova comunque il gol su rigore ma si rende protagonista di una prova di sostanza e "legna" in mezzo al campo importante per dare equilibrio alla squadra. Prova da capitano.

Becao 5 - In costante difficoltà contro la velocità e l'imprevedibilità di Mihaila, procura il calcio di rigore con un intervento goffo e fuori tempo dopo essere stato saltato in dribbling.

De Paul 7 - Prova ad accendere la luce in mezzo al campo con qualche cavalcata palla al piede, ma spesso si infrange sul movimento lento dei compagni. Nella ripresa inventa l'assist per Okaka e prende per mano i compagni orchestrando le azioni d'attacco con forza fisica e qualità.

Llorente 5 - Con il suo arrivo è cambiato il modo di giocare dell'Udinese, ma lo spagnolo dimostra di non essere ancora al top della forma. Lento e costantemente anticipato, non aiuta nemmeno la squadra a salire aprendo gli spazi.

--

IL TABELLINO

PARMA-UDINESE 2-2
Parma (4-3-3)
: Sepe 6; Conti 6, Bani 5,5, Gagliolo 6, Pezzella 6 (34' st Laurini sv); Kucka 7, Brugman 6,5 (25' st Cyprien 5,5), Hernani 6 (21' st Grassi 5,5); Karamoh 6 (21' st Man 6), Cornelius 7, Mihaila 6,5 (34' st Alves 5). A disp.: Colombi, Iacoponi, Osorio, Busi, Zirkzee, Sohm, Brunetta. All.: D'Aversa 6.
Udinese (3-5-2): Musso 6; Becao 5 (1' st Molina 6,5), Nuytinck 7, Bonifazi 5,5; Larsen 5,5, De Paul 7, Arslan 6, Walace 5 (1' st Nestorovski 6), Zeegelaar 5 (22' st Ouwejan 6,5); Pereyra 5, Llorente 5 (15' st Okaka 6,5). A disp.: Scuffet, Gasparini, Samir, De Maio, Braaf, Micin. All.: Gotti 6.
Arbitro: Irrati
Marcatori: 3' Cornelius (P), 32' rig. Kucka (P), 19' st Okaka (U), 35' st Nuytinck (U)
Ammoniti: Brugman, Cornelius, Bani, Mihaila, Hernani, Man, Conti (P); Zeegelaar, Musso, De Paul, Pereyra (U)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

Il Parma non segnava in un match casalingo di Serie A dal 25 ottobre 2020; da allora, otto partite interne senza gol.
Il Parma conta tre reti nelle ultime due sfide di campionato: uno in più che nelle precedenti 10.
Per la prima volta in questo campionato, il Parma ha realizzato due gol nel primo tempo di un match; l'ultima risaliva all'agosto 2020, contro il Lecce.
Andreas Cornelius ha ritrovato il gol in Serie A a distanza di 203 giorni dalla sua ultima marcatura (2 agosto 2020, contro il Lecce, a Via del Mare).
Andreas Cornelius non segnava al Tardini in Serie A da 405 giorni, ovvero dal 13 gennaio 2020, contro il Lecce.
Andreas Cornelius ha trovato il gol al 19º tentativo in questo campionato.
Quello di Andreas Cornelius (2'50'') è il secondo gol più veloce messo a segno dagli emiliani in questo torneo, dopo la rete di Juraj Kurtic vs Verona, dello scorso ottobre (23'').
Juraj Kucka ha segnato in due match consecutivi in Serie A per la prima volta dallo scorso luglio (vs Fiorentina e Roma), anche allora entrambe le reti nelle due sfide consecutive arrivarono dal dischetto.
Juraj Kucka ha segnato quattro delle ultime cinque reti del Parma in Serie A: ne aveva realizzate soltanto una di tutte le precedenti 12 dei gialloblù in questo campionato.
Juraj Kucka ha trasformato tutti i sei rigori calciati in carriera in Serie A.
Tutti gli ultimi sette gol firmati da Stefano Okaka in Serie A sono arrivati in trasferta, i tre più recenti di testa.
Stefano Okaka non andava a bersaglio in Serie A dallo scorso ottobre (doppietta vs Fiorentina al Franchi). L'ultima sua rete da subentrato in un match del massimo torneo, invece, risaliva all'aprile 2012, proprio con la maglia del Parma, al Tardini.
Secondo gol in Serie A per Bram Nuytinck in 89 partite, dopo quello realizzato nell'agosto 2017 (1274 giorni fa), contro la SPAL, al Paolo Mazza.
La rete subita dall'Udinese è la più veloce incassata dai friulani in Serie A da quella di Duván Zapata del dicembre 2018 (1'29'' vs Atalanta).
L’ultima volta che l’Udinese si era trovata sotto di due gol per poi pareggiare un match in Serie A era stata ancora contro il Parma, nell’agosto 2018 (2-2 anche in quell caso il finale).
Nel 2021, l'Udinese è la squadra che ha subito più gol su rigore in Serie A.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments