NAPOLI-UDINESE 2-1

Serie A, Napoli-Udinese 2-1: Politano la decide all'ultimo respiro

Primo gol azzurro per l'ex Inter, decisivo con una botta dal limite dopo le reti di De Paul e Milik

  • A
  • A
  • A

Il primo gol in maglia azzurra di Politano arriva proprio quando la sfida del San Paolo tra Napoli e Udinese, 34esima giornata di Serie A, sembrava ormai destinata al pareggio. La gran botta dal limite dell'esterno ex Inter decide invece la sfida e dopo due pareggi in fila regala a Gattuso i tre punti e l'aggancio al Milan al sesto posto. Vantaggio ospite a metà primo tempo con De Paul a cui risponde Milik alla mezz'ora, nella ripresa, equilibrata, traversa di Zielinski e auto-palo di Koulibaly, poi Politano al 95' firma il 2-1 Napoli. Bianconeri comunque un po' più vicini alla salvezza in virtù del ko del Lecce. 

LA PARTITA
Per provare a raggiungere il suo Milan Gattuso affida le chiavi del centrocampo a Lobotka, con Fabian Ruiz e Zielinski da interni, e in attacco sceglie Mertens vertice centrale del tridente che comprende anche Callejon e Insigne. Nell'Udinese invece dentro Walace al posto dell'infortunato Jajalo, la sorpresa è Zeegelaar a sinistra al posto di Sema, mentre davanti con Okaka squalificato scelta obbligata la coppia Nestorovski-Lasagna.

Il Napoli sta bene, vuole i tre punti e parte subito prendendo le redini del gioco. Gli azzurri fanno possesso e palleggiano, ma l'Udinese aspetta, fa densità in mezzo e rischia poco, tanto che quando la squadra di Gattuso abbassa il pressing passa addirittura in vantaggio grazie a De Paul, che di destro sfrutta una bella iniziativa di Zeegelaar e approfitta della disattenzione della retroguardia dei partenopei (22'). La reazione del Napoli non si fa attendere, Mario Rui testa i riflessi di Musso, ma la vera svolta della prima frazione arriva alla mezz'ora, quando uno spento Mertens abbandona il campo acciaccato e lascia il posto a Milik. Al primo pallone toccato il polacco firma il pareggio su assist di Fabian Ruiz (32') e poi dimostra di essere entrato al meglio in partita sfiorando anche il raddoppio (40'). Con lui in campo gli azzurri allargano il gioco e sfruttano di più le fasce mettendo in difficoltà l'Udinese, che comunque chiude il primo tempo meritatamente sull'1-1 e nel finale mette ancora i brividi a Ospina. 

La ripresa comincia senza cambi con entrambe le squadre che seguono lo spartito dei primi 45', il Napoli fa possesso e l'Udinese aspetta l'occasione giusta per ripartire con Lasagna, sicuramente più vivace del compagno di attacco Nestorovski. Col passare dei minuti il Napoli sale di colpi e va vicino a rompere l'equilibrio con la botta da fuori di Zielinski (60'), che centra l'ennesimo legno stagionale degli azzurri (23) e non trova il gol per pochissimi centimetri. L'Udinese però non si disunisce e la notizia del pareggio del Lecce a Marassi sembra dare nuove energie ai ragazzi di Gotti, che al 70' con Lasagna sfiorano il 2-1: miracolo di Ospina. Gattuso prova a dare una scossa inserendo Politano e Demme (per un deludente Lobotka), Gotti invece è soddisfatto e, forse confortato anche dal nuovo vantaggio del Genoa, fa il primo cambio soltanto all'82' (Ter Avest). Dopo un'occasione di Mrio Rui però la palla del 2-1 capita sul piede di De Paul, che batte Ospina in pallonetto ma si vede negare la gioia della doppietta da un miracolo di Koulibaly, che respinge al volo sul palo. Sembra l'ultima grande emozione di una ripresa tutt'altro che emozionante e invece quando ormai la gara sembra finita Politano si inventa un gran tiro dal limite all'incrocio e regala agli azzurri tre punti che valgono l'aggancio in classifica al Milan. Sconfitta "indolore" invece per l'Udinese, che esce a testa alta dal San Paolo e fa un passettino in più verso la salvezza. 

LE PAGELLE
Milik 7 - Ingresso in campo da sogno con il gol del pareggio firmato al primo pallone toccato, poi lotta tutta la gara e va anche vicino alla doppietta. Ammonito, salterà la prossima contro il Parma al Tardini. 
Lobotka 5,5 - Decisamente non sfrutta al meglio l'occasione da titolare: troppo spesso impreciso e poco incisivo in fase di impostazione, viene sostituito da Demme a metà ripresa. 
Politano 7,5 - Gattuso lo manda in campo per dare una scossa a 20' dalla fine quando la partita sembra ormai indirizzata verso l'1-1 e lui decide il match con una perla che è anche il suo primo gol con la maglia del Napoli. Missione compiuta. 

Musso 6,5  - Un po' troppo falloso con i piedi, ma sempre sicuro tra i pali e sulle palle alte. È decisivo a inizio ripresa sulla botta di Zielinski che devìa ulla traversa. 
De Paul 7 - Con le sue giocate di classe illumina la manovra dei bianconeri, partecipa a tutte le azioni più pericolose ma non si risparmia in copertura e ha anche il merito di sbloccare il match. 
Lasagna 6,5 - Ancora una volta dimostra di essere in un ottimo momento di forma e per tutta la gara è lui l'uomo più pericoloso degli ospiti. Nella ripresa solo un miracolo di Ospina gli nega la gioia del gol. 

IL TABELLINO
NAPOLI-UDINESE 2-1

Napoli (4-3-3): Ospina 6,5; Hysaj 6, Manolas 5,5, Koulibaly 6,5, Mario Rui 6,5; Fabian Ruiz 6 (35'st Elmas sv), Lobotka 5,5 (26'st Demme 6), Zielinski 6,5 (35'st Allan sv); Callejon 5,5 (26'st Politano 7,5), Mertens 5,5 (31'pt Milik 7), Insigne 6. A disp: Meret, Karnezis, Malcuit, Demme, Allan, Lozano, Elmas, Luperto, Maksimovic, Politano, Ghoulam, Milik. All: Gattuso 6.
Udinese (3-5-2): Musso 6,5; Becao 6, De Maio 6, Nuytinck 6,5; Stryger Larsen 6, De Paul 7, Walace 6,5 (46'st Troost-Ekong sv), Fofana 6,5, Zeegelaar 6,5 (37'st Ter Avest sv); Nestorovski 5, Lasagna 6,5 (46'st Sema sv). A disp: Nicolas, Perisan, Samir, Troost-Ekong, Sema, Ter Avest, Ballarini, Mazzolo, Palumbo, Oviszach, Compagnon, Lirussi. All: Gotti 6,5.
Arbitro: Chiffi
Marcatori: 22'pt De Paul, 32'pt Milik, 45'+5st Politano 
Ammoniti: Becao, Walace (U), Milik, Koulibaly, Demme (N)
Espulsi:

LE STATISTICHE
A partire dalla scorsa stagione il Napoli è la prima squadra nei top-5 campionati europei ad aver colpito 50 legni.
Solo l’Inter (18) ha mandato in gol più giocatori diversi del Napoli in questa Serie A (16).
Il gol di Arkadiusz Milik dopo 37 secondi è il più rapido di un subentrato del Napoli in Serie A da quello di José Sosa, dopo 33 secondi contro il Cesena nel 2011.
Tra i giocatori che hanno segnato almeno 11 gol senza fornire alcun assist in questa stagione nei top-5 campionati europei, solo Rouwen Hennings (15) ha realizzato più reti di Arkadiusz Milik (11).
Rodrigo de Paul ha preso parte al 47% dei gol dell'Udinese in trasferta in questo campionato (cinque reti e tre assist).
Rodrigo de Paul è stato coinvolto in cinque gol nelle ultime sei partite di campionato (due reti e tre assist).
Cinque dei sette gol di Rodrigo de Paul in questo campionato sono arrivati in trasferta, inclusi gli ultimi tre.
10° assist di Fabián Ruiz in Serie A; Milik è il giocatore più servito dallo spagnolo nel massimo campionato italiano (tre passaggi vincenti).
Il Napoli ha schierato la formazione titolare con l'età media più alta sotto la gestione Gattuso in questa Serie A: 28 anni e 316 giorni.
200ª vittoria per José Callejón con il Napoli in tutte le competizioni.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments