JUVENTUS-CROTONE 3-0

Serie A, Juventus-Crotone 3-0: CR7 lancia Pirlo al terzo posto

Una doppietta di Ronaldo nel primo tempo e il gol di McKennie nella ripresa stendono i calabresi: superata la Roma in classifica

di
  • A
  • A
  • A

La Juventus batte 3-0 il Crotone nell'ultimo posticipo della 23esima giornata di Serie A e scavalca la Roma al terzo posto. I bianconeri partono un po' contratti e faticano a trovare spazi contro l'undici di Stroppa, ma la sbloccano al 39' con un gran colpo di testa di Ronaldo, replicato pochi minuti dopo dallo stesso CR7: una doppietta che gli permette di scalzare Lukaku in vetta alla classifica cannonieri. Nella ripresa gli uomini di Pirlo gestiscono il vantaggio e la chiudono al 66' con la zampata di McKennie.

LA PARTITA

Un successo importantissimo tanto per la classifica quanto per il morale. Da un lato c'è il terzo posto conquistato ai danni della Roma, dall'altro c'è il riscatto dopo due prestazioni davvero da dimenticare e la possibilità di mettersi alle spalle almeno una parte delle critiche. Al netto della caratura dell'avversario (che comunque all'andata le aveva giocato un bello scherzetto e che anche allo Stadium  disputa una gara a tratti molto positiva), la Juve si porta a casa una vittoria preziosa, che le permette di tornare a guardare con fiducia alla classifica, anche considerando la partita ancora da giocare contro il Napoli. A guidarla fuori dal periodo di appannamento, manco a dirlo, è il solito CR7, che si carica sulle spalle il gruppo e ne rilancia le ambizioni, anche se ora sarà fondamentale la ricerca di continuità contro Verona e Spezia.

Pirlo rilancia Ramsey dal 1' e si affida ancora alla coppia Kulusevski-CR7 davanti. Stroppa risponde puntando ancora su Ounas e Di Carmine come coppia d'attacco in un 4-4-2 ordinato ma propositivo. L'approccio dei calabresi è infatti tutt'altro che timoroso e coglie quasi di sorpresa una Juve che nei primi minuti fa veramente fatica a trovarsi in campo, limitandosi al solito possesso sterile e privo di spunti. Tra le fila bianconere si vedono pochi movimenti senza palla e tante braccia allargate: la prima vera occasione arriva a ridosso della mezzora e nasce da uno spunto del solito Chiesa, ma sul suo cross Cordaz devia quanto basta da mandare fuori tempo Ronaldo e fargli colpire fuori da due passi. Nonostante la scarsa brillantezza e l'evidente deficit di creatività la squadra di Pirlo riesce ad alzare un po' il ritmo nel finale di frazione: prima De Ligt sfiora il vantaggio in mischia, poi Ramsey si vede deviare sulla traversa da Cordaz un bel colpo di testa. È il preludio al gol, che arriva al 39', quando Alex Sandro premia un movimento fulmineo di CR7 in area con un lancio pennellato, che il portoghese incorna alle spalle del portiere. Cristiano è indiavolato e a due minuti dall'intervallo trova il raddoppio iniziando e concludendo l'azione con un'altra zuccata vincente, su un bell'assist di Ramsey.

Il Crotone riparte con spirito combattivo, ma nonostante la qualità di Ounas e la voglia di lottare di Di Carmine non riesce quasi mai ad affacciarsi con pericolosità dalle parti di Buffon. La Juve, al contrario, è molto più sorniona, ma quando si accendono Chiesa e CR7 le occasioni fioccano, anche se a calare il tris è McKennie, bravo a raccogliere un pallone vagante sugli sviluppi di corner e trafiggere Cordaz di prepotenza. Il gol del texano permette a Pirlo di mettere in ghiaccio la partita, dandogli l'occasione di gestire le forze, far trovare un po' di ritmo a Morata e regalare il debutto in A a Fagioli e Di Pardo. Davanti ci sono due impegni di campionato tutt'altro che proibitivi, ma fondamentali. Poi, sarà il momento di pensare al ritorno col Porto, dove servirà l'aiuto di tutti per ribaltare il risultato.

LE PAGELLE

Chiesa 7 - Sta attraversando un grande momento e anche contro il Crotone è tra i migliori in campo. Quando ha spazio per correre in campo aperto è devastante, ma sta crescendo anche negli uno-contro-uno e nell'intesa coi compagni, rivelandosi sempre più prezioso in diversi frangenti di gioco.
Ronaldo 8 - Serviva una svolta alla squadra e una grande performance da parte sua dopo qualche uscita sottotono. Fin dai primi minuti si sbraccia e sprona i compagni, segno della carica che ha addosso. Segna due gol da bomber vero che mettono la gara sui binari giusti.
Kulusevski 6 - Le giocate di qualità e i giochi di prestigio non mancano, ma è spesso molto lontano dalla porta e fatica a rendersi pericoloso. Si cerca e si trova poco con CR7, l'intesa è ancora tutta da affinare.

Luperto 5 - Prova a stringere i denti dopo un paio di botte, ma l'eroismo non paga, specialmente in occasione dell'1-0, quando si perde completamente CR7 lasciandolo libero di colpire su un cross dalla trequarti non certo impossibile da disinnescare.
Ounas 6,5 - Pimpante e voglioso fin dai primi istanti, ci mette qualità e fantasia spiccando tra i compagni in una serata non certo facile per il Crotone.
Messias 5,5 - Anche da lui, come da Ounas, ci si attendeva qualche spunto brillante e qualche giocata decisiva, che però non arriva mai. Il suo contributo non va oltre qualche conclusione imprecisa dalla distanza.

IL TABELLINO

Juventus-Crotone 3-0
Juventus (4-4-2): Buffon 6; Danilo 7, Demiral 6,5, De Ligt 6,5, Alex Sandro 7 (41' st Frabotta sv); Chiesa 7 (41' st Di Pardo sv), Bentancur 6 (25' st Fagioli 6), McKennie 7, Ramsey 6,5 (31' st Bernardeschi 6,5); Kulusevski 6 (31' st Morata 6,5), Ronaldo 8.
Allenatore: Pirlo 6,5
Crotone (4-4-2): Cordaz 6; Pereira 6, Magallan 5,5, Golemic 5,5, Luperto 5 (1' st Marrone 6); Messias 5,5, Molina 6 (27' st Zanellato 6), Vulic 6, Reca 5,5 (22' st Rispoli 6); Ounas 6,5 (27' st Simy 6), Di Carmine 5,5 (32' st Riviere 6).
Allenatore: Stroppa 6
Arbitro: Marini
Marcatori: 39' e 45+2' Ronaldo (J), 21' st McKennie (J)
Ammoniti: Ramsey (J), Danilo (J), Marrone (C), Frabotta (J)
Espulsi:

LE STATISTICHE

- Il Crotone è la 78ª squadra contro cui Cristiano Ronaldo ha trovato il gol nei top-5 campionati europei, solo Zlatan Ibrahimovic (79) ne conta di più dall’inizio del 2000.  
- Cristiano Ronaldo è il giocatore che ha realizzato più marcature multiple in questa stagione nei top-5 campionati europei (sette). 
- Cristiano Ronaldo non realizzava una doppietta di testa in campionato dal maggio 2015, con la maglia del Real Madrid, sul campo del Siviglia in Liga. 
- Cristiano Ronaldo ha segnato a tutte le 18 squadre affrontate in Serie A attualmente nella competizione; in particolare, il portoghese vanta 13 gol nelle ultime nove sfide contro neopromosse. 
- Weston McKennie con quattro gol segnati è diventato il miglior marcatore americano nella storia della Serie A, superando Michael Bradley a quota tre. 
- Weston McKennie (28/08/1998) è il più giovane tra i centrocampisti con almeno quattro gol in questo campionato. 
- La Juventus stasera ha disputato la sua 250ª gara ufficiale allo Stadium considerando tutte le competizioni. 
- Alex Sandro non partecipava attivamente ad un gol in Serie A allo Stadium dall’aprile 2019, quando andò a segno nella vittoria per 2-1 contro la Fiorentina.  
- Alessandro Di Pardo (18/07/1999) e Nicolo Fagioli (12/02/2001) hanno entrambi disputato la loro prima partita in Serie A. 
- Era dal giugno 2020 che la Juventus non teneva la porta inviolata per tre gare casalinghe di fila in Serie A (serie arrivata a quattro).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments