GENOA-VERONA 2-2

Serie A, Genoa-Verona 2-2: Badelj regala al 95’ un insperato pareggio a Ballardini

I rossoblù recuperano due volte lo svantaggio: prima Shomurodov pareggia la rete ospite di Ilic e poi, dopo l’1-2 di Faraoni, il croato trova il pari

  • A
  • A
  • A

Rocambolesco 2-2 tra Genoa e Verona al Ferraris. Hellas in vantaggio al 17’ con Ilic, servito splendidamente da un’ottima azione di Barak. Poco dopo Lasagna fallisce clamorosamente il raddoppio e così i rossoblù pareggiano i conti al 48’ con il subentrato Shomurodov. Faraoni, al 63’, riporta avanti nel punteggio la squadra di Juric, ma quella di Ballardini (rimasta in dieci) compie l’impresa di trovare il pari in pieno recupero con Badelj.

LA PARTITA
Cuore Genoa. In dieci contro undici per tutti gli ultimi 20 minuti di gioco e sotto di un gol, il Grifone compie una mezza impresa nell’uscire dal Ferraris imbattuto contro un ottimo Verona.

Match abbastanza spezzettato nel primo quarto d’ora di gioco da qualche fischio dell’arbitro Matteo Marchetti, alla sua prima direzione in Serie A. I rossoblù fanno fatica a creare gioco e vengono puniti al 17’: da un rinvio di Perin, Czyborra sbaglia l’appoggio di testa per Strootman favorendo Barak, che s’invola sulla destra, supera nettamente Criscito e trova a centro area il rimorchio Ilic, il quale apre il mancino e insacca lo 0-1. La partita s’infiamma: Lasagna vince un contrasto con Radovanovic, corre tutto solo davanti a Perin, lo spiazza col piattone sinistro ma spara clamorosamente a lato. Czyborra e Pjaca provano a mettere una pezza all’incredibile 0-2 fallito dall’Hellas, ma i loro rispettivi mancini non inquadrano lo specchio della porta avversaria. La punizione di Zajc dal limite sfiora la traversa, dopo di che lo stesso sloveno va vicinissimo all’1-1 allo scadere del primo tempo con un destro a giro a lato di pochissimo.

All’intervallo Ballardini inserisce Shomurodov al posto proprio di Zajc e la mossa tattica si rivela subito vincente: al 48’, infatti, dal lancio di Perin per Destro, che spizza la sfera preda ormai di Cetin, l’uzbeko finisce a tu per tu con Silvestri, apre l’interno destro nell’angolino e pareggia i conti. La fortuna non assiste questa sera Lasagna, che con un grandissimo movimento si libera dalla marcatura di Radovanovic ma il suo sinistro sbatte in pieno contro il palo. In ogni caso gli ospiti tornano avanti nel punteggio al 61’, quando Perin smanaccia non efficacemente un cross dalla sinistra di Cetin e Faraoni stoppa e calcia preciso sotto la traversa. Silvestri si distende sul destro di Scamacca, ma nel finale il Genoa è costretto a terminare in dieci uomini per via di un nuovo infortunio capitato a uno sfortunatissimo Luca Pellegrini, che era ritornato in campo proprio oggi dopo due mesi di assenza per una lesione agli adduttori. Nonostante l’inferiorità numerica, però, nell’ultimo minuto di recupero, sugli sviluppi di un corner, Badelj calcia al volo con il destro piegando la mano di Silvestri, che vede la sfera soltanto all’ultimo istante. Con questo 2-2, il Verona sale a 34 punti; il Genoa a 26.

LE PAGELLE
Shomurodov 6,5
– Terzo gol dopo quelli contro Parma e Sassuolo per l’attaccante uzbeko, a cui bastano meno di tre minuti per firmare l’1-1 a inizio ripresa. Alla fine, si rivelerà una rete più che utile ai fini del risultato.

Zajc 6,5 – Nel primo tempo è l’unico del Genoa a creare dei grattacapi alla formazione veronese con una punizione e un destro a giro che sfiorano rispettivamente la traversa e il palo. Il suo match termina all’intervallo.

Czyborra 5 – Il suo colpo di testa sbagliato per Strootman regala, di fatto, il pallone che Barak confeziona poi nel delizioso suggerimento per Ilic. Un po’ troppo distratto nella propria tre quarti.

Barak 7 – Costringe all’errore Czyborra e salta secco Criscito nel giro di pochissimi secondi nell’occasione che poi porterà alla rete di Ilic. Gran parte del merito dello 0-1 è tutto suo; immagine di un grande match del ceco.

Ilic 6,5 – Secondo gol in campionato per il centrocampista serbo dopo quello (inutile) contro l’Inter: il suo sinistro dalla zona del dischetto fa restare immobile Perin, che nulla può sul pallone che termina angolato alla sua destra.

Lasagna 5 – Il suo talento nel costruire occasioni da gol non si discute minimamente, ma è imperdonabile il gol incredibilmente sbagliato tutto solo davanti a Perin, senza alcuna pressione alle sue spalle. Sfortunato, poi, sul palo colpito nella ripresa.

IL TABELLINO

GENOA-VERONA 2-2
Genoa (3-5-2)
: Perin 6; Masiello 5,5, Radovanovic 5,5, Criscito 5,5; Zappacosta 6, Strootman 5,5 (22’ st Pandev 6), Badelj 6,5, Zajc 6,5 (1’ st Shomurodov 6,5), Czyborra 5 (1’ st Pellegrini Lu. 6); Destro 5,5 (22’ st Scamacca 6), Pjaca 5,5 (10’ st Rovella 6). A disp.: Marchetti, Goldaniga, Behrami, Portanova, Ghiglione, Melegoni, Onguéné. All. Ballardini 6,5
Verona (3-4-2-1): Silvestri 5,5; Magnani 6, Gunter 6, Lovato 6 (1’ st Cetin 5,5); Faraoni 6,5 (23’ st Vieira 5,5), Ilic 6,5 (37’ st Veloso sv), Tameze 6 (48’ st Sturaro sv), Lazovic 6; Zaccagni 6,5 (37 st Bessa sv), Barak 7; Lasagna 5. A disp.: Berardi, Pandur, Salcedo, Favilli, Udogie, Benassi, Amione. All. Juric 6,5
Arbitro: Marchetti
Marcatori: 17’ Ilic (V), 3’ st Shomurodov (G), 16’ st Faraoni (V), 50’ st Badelj (G)
Ammoniti: Strootman (G), Cetin (V)

LE STATISTICHE
Il Genoa è rimasto imbattuto per almeno sette gare di Serie A consecutive (4V, 3N) per la prima volta da dicembre 2014 con Gian Piero Gasperini in panchina.

Con il gol di Milan Badelj, il Genoa ha segnato la sua rete numero 2300 in Serie A - inclusi i tavolini.

Il Verona non segnava almeno due reti fuori casa in un match di Serie A da dicembre 2020, in casa della Lazio.

Ivan Ilic è il più giovane giocatore di questo campionato con almeno due reti all'attivo.

Ilic è solamente il secondo giocatore straniero del Verona ad aver trovato il gol in Serie A in casa del Genoa, dopo il brasiliano Emanuele Del Vecchio nel dicembre 1957.

L'ultima rete realizzata da Ilic in trasferta in campionato risaliva ad aprile 2019 in Serbian Super Liga contro il Macva Sabac con la maglia dello Zamun.

Esclusi i calci di rigore, l'unico difensore italiano ad aver segnato più reti di Faraoni (sei) nelle ultime due stagioni in Serie A è stato Danilo D'Ambrosio (sette).

Solo il Milan (15) ha colpito più legni del Verona (13) in questo campionato, mentre solo la Sampdoria (15 volte) è stata salvata da un legno in più occasioni del Genoa (14) in questa Serie A.

Il Genoa ha trovato il gol per almeno 10 partite interne consecutive in Serie A per la prima volta da dicembre 2018 (15 in quel caso).

La rete di Badelj è la più tardiva (93:55) realizzata dal Genoa in Serie A da luglio 2020 con Andrea Pinamonti contro l'Udinese (96:19).

Quella di Eldor Shomurodov è la rete più veloce segnata da un giocatore del Genoa subentrato dalla panchina in Serie A (dopo 2 minuti e 58 secondi) da Stefano Sturaro contro la Juventus nel marzo 2019 (1 minuto e 32 secondi).

Goran Pandev è diventato il giocatore con più presenze da subentrato in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria (155), superando così Sergio Pellissier (154).

Ivan Radovanovic ha disputato in questo match la sua gara numero 300 in Serie A.

Questa è stata la 250ª presenza per Mattia Destro nel massimo campionato italiano.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments