FIORENTINA-LAZIO 2-0

Serie A, Fiorentina-Lazio 2-0: Vlahovic mette due firme sulla salvezza

Doppietta dell'attaccante serbo che sale a quota 21 gol in campionato. Champions più lontana per i biancocelesti

  • A
  • A
  • A

Colpo dal forte profumo di salvezza per la Fiorentina che nell'anticipo serale della 35.a giornata di Serie A ha battuto 2-0 la Lazio, infliggendo ai biancocelesti un duro colpo nella corsa al piazzamento Champions. Partita dura e nervosa, decisa dalla doppietta del solito Vlahovic che è salito a quota 21 reti in campionato: tap-in nel primo tempo e incornata da corner nella ripresa. La Fiorentina sale a +7 sul terzultimo posto.

LA PARTITA

Ventuno anni, ventuno gol. Dusan Vlahovic è il volto della - probabile a questo punto - salvezza della Fiorentina. Con un 2021, giusto per restare in tema, da fuoriclasse, l'attaccante serbo ha preso sulle spalle la squadra viola a suon di gol e unendo il suo senso del gol alla tecnica di Ribery, Prandelli prima e Iachini poi hanno costruito un finale di stagione importante. Il 2-0 del Franchi al tempo stesso ha tolto, salvo miracoli, la Lazio dalla corsa a un piazzamento Champions con la squadra di Simone Inzaghi che è apparsa confusa, poco lucida e nervosa per tutti i novanta minuti, ben imbrigliata nella tattica viola e troppo spesso in fuorigioco. Al netto degli offside, una sola grande occasione per la Lazio sprecata da Correa all'11'.

Eccezion fatta per quel miracolo di Dragowski infatti, la Fiorentina ha approcciato decisamente meglio la sfida decisiva in un finale di campionato complicato dal punto di vista del calendario. Già dai primi minuti Bonaventura e Ribery hanno macinato calcio sulla trequarti, pressando alti e recuperando palloni sanguinosi sulla trequarti che hanno mandato in tilt il sistema difensivo di Simone Inzaghi. La chiusura di Marusic al 7' su Vlahovic lanciato a rete e con la Lazio completamente sbilanciata è stato un primo campanello d'allarme con le sirene che hanno iniziato a suonare all'impazzata dopo il 30°, dopo un paio di occasioni biancocelesti potenzialmente buone - compreso un palo di Immobile davanti al portiere - ma annullate dalle posizioni di fuorigioco. La gara è definitivamente cambiata al 32': azione personale di Castrovilli che dopo aver saltato un uomo ha premiato l'inserimento di Biraghi che a sua volta ha fornito a Vlahovic un pallone solo da spingere in rete per il vantaggio viola. Prima dell'intervallo dopo un'azione personale di Ribery anche Pulgar ha sfiorato il raddoppio.

Nella ripresa la Lazio ha provato a prendere in mano il controllo del gioco, Simone Inzaghi ha mescolato più volte le carte alla ricerca di una chiave buona per superare la fase difensiva della squadra di Iachini, rocciosa, dura, compatta. Tanti spostamenti, ma pochi risultati e zero tiri in porta. Esattamente il contrario della Fiorentina che, tra un calcione e l'altro incassato da Ribery, ha trovato il raddoppio a un minuto dal novantesimo ancora con Vlahovic, bravo a staccare in area sulla testa di Luiz Felipe su un corner di Pulgar.

--
LE PAGELLE

Vlahovic 8 - Sono ventuno gli autografi sulla corsa salvezza della Fiorentina. Straordinario nel 2021, implacabile davanti al portiere ma anche importante nel far salire la squadra. Dialoga molto bene con Ribery e Bonaventura, smarcandosi alla perfezione in entrambe le occasioni.

Ribery 7 - Se Vlahovic è la freccia vincente, lui è l'arco. Strappa ai fianchi del giovane centravanti con qualità, mettendo sempre in apprensione la retroguardia biancoceleste. Nel secondo tempo è il bersaglio prescelto dei calcioni avversari, ma lui incassa e ringrazia.

Biraghi 6,5 - Infila l'ennesimo assist della sua stagione con un bell'inserimento sulla sinistra. Attendo anche in fase difensiva dove si fa sempre trovare al posto giusto.

Correa 5 - Ha sulla coscienza il gol fallito da pochi passi all'11' che avrebbe sicuramente cambiato il corso del match. Là davanti non ripete le ultime ottime prove giocando spesso con sufficienza.

Immobile 5,5 - Una partita al limite del fuorigioco, ma troppo spesso oltre. Questione di attimi, ma di grandi occasioni non ne ha proprio perché sempre al di là della linea avversaria.

Radu 5 - In confusione, troppo impreciso anche in fase di impostazione e nei movimenti. Regala anche un paio di palloni sanguinosi sul pressing della Viola.

--
IL TABELLINO

FIORENTINA-LAZIO 2-0
Fiorentina (3-5-2):
Dragowski 7; Caceres 6, Pezzella 6,5, Milenkovic 6,5; Venuti 6, Bonaventura 6,5 (28' st Amrabat 6), Pulgar 6,5, Castrovilli 6,5 (46' st Quarta sv), Biraghi 6,5; Ribery 7 (40' st Kouame sv), Vlahovic 8. A disp.: Terracciano, Rosati, Olivera, Malcuit, Barreca, Montiel, Callejon, Kokorin, Eysseric. All.: Iachini 6,5.
Lazio (3-5-2): Reina 6; Marusic 6, Acerbi 5,5, Radu 5 (30' st Muriqi 5); Lazzari 5,5 (18' st Luiz Felipe 5), Milinkovic-Savic 6, Leiva 5,5 (18' st Cataldi 5,5), Luis Alberto 5 (30' st Akpa Akpro 5,5), Lulic 5 (18' st Pereira 5); Correa 5, Immobile 5,5. A disp.: Strakosha, Alia, Patric, Parolo, Musacchio. All. S. Inzaghi 5.
Arbitro: Maresca
Marcatori: 32' Vlahovic, 44' st Vlahovic
Ammoniti: Venuti, Vlahovic, Pezzella (F); Acerbi, Leiva, Radu, Luiz Felipe, Cataldi, Akpa Akpro (L)
Espulsi: 50' st Pereira (L) per somma di ammonizioni
--

LE STATISTICHE DI OPTA

Dusan Vlahovic è il quarto giocatore straniero della Fiorentina a segnare almeno 20 gol in una singola stagione di Serie A, dopo Gabriel Batistuta, Kurt Roland Hamrin e Pedro Petrone.
Dusan Vlahovic ha realizzato 17 dei suoi 21 gol in questo campionato nel 2021, da inizio anno solo Lewandowski (22) e Messi (21) hanno segnato di più nei top-5 campionati europei.
Dall’inizio del mese di aprile Dusan Vlahovic è il giocatore ad aver segnato più gol nei top-5 campionati europei (nove).
Vlahovic ha collezionato la sua quarta marcatura multipla in questo campionato (una tripletta e tre doppiette), era dal 2011/12 che un giocatore della Fiorentina non ne realizzava così tante, con Stevan Jovetic (quattro doppiette).
Da inizio marzo nessun giocatore in Serie A conta più marcature multiple di Vlahovic: quattro, al pari di Simy.
Dusan Vlahovic è uno dei due giocatori, insieme a Cristiano Ronaldo, ad aver segnato almeno 10 gol sia in casa che in trasferta in questa Serie A.
La Fiorentina non vinceva contro la Lazio in Serie A dal maggio 2017 – da allora due punti in sette sfide contro i capitolini in campionato.
La Fiorentina va a segno da 11 gare di fila in Serie A, la serie realizzativa più lunga per i viola in un singolo campionato dal gennaio 2016 (19).
La Lazio ha perso cinque delle ultime sette trasferte in Serie A (2V), da inizio febbraio solo Spezia e Crotone (sei entrambe) contano più sconfitte esterne nel torneo.
La Lazio ha interrotto una serie realizzativa contro la Fiorentina di 14 gare consecutive in Serie A – non restava a secco dall’ottobre 2013 contro i viola.
Cristiano Biraghi ha fornito 23 assist nelle ultime cinque stagioni (dal 2016/17), nessun difensore ne conta più di lui nel periodo in Serie A (al pari di Cuadrado).
Martín Cáceres ha collezionato la sua gara numero 250 nei top-5 campionati europei.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments