CAGLIARI-CROTONE 4-2

Serie A, Cagliari-Crotone 4-2: seconda vittoria di fila per i sardi

Dopo Lykogiannis su punizione, in rete gli attaccanti di Di Francesco. Espulso Cigarini, i calabresi di Stroppa restano ultimi

  • A
  • A
  • A

Il Cagliari ha battuto 4-2 il Crotone nell'anticipo domenicale della quinta giornata di Serie A, trovando la seconda vittoria consecutiva in campionato. Primo tempo scoppiettante alla Sardegna Arena con gli ospiti in vantaggio con Messias (21'), ma rimontati da Lykogiannis (25') e Simeone (35'). Dopo il pari di Molina (43') la rete di Sottil prima dell'intervallo. Nella ripresa rosso a Cigarini e poker di Joao Pedro nel finale.

LA PARTITA

Due squadre in cerca di conferme e certezze, come Cagliari e Crotone, hanno dato vita a una partita spettacolare che sì, ha portato gol e buoni tratti di spettacolo, ma ha anche evidenziato pregi e difetti di questo inizio di campionato di entrambe. Il 4-2, condizionato dall'espulsione a inizio ripresa di Cigarini per il Crotone, premia la qualità offensiva dei sardi, ma conferma anche i limiti difensivi sia degli uomini di Di Francesco che di quelli di Stroppa. I calabresi, che anche alla Sardegna Arena hanno imbastito una partita fatta di possesso palla e tecnica, nonostante la buona prova d'attacco hanno pagato le maglie troppo larghe davanti a Cordaz, costretto a raccogliere il pallone dal fondo del sacco per altre quattro volte.

Il primo tempo è stato pirotecnico per merito di due squadre impostate per attaccare in maniera opposta. Alle azioni costruite dal basso dei rossoblù di Stroppa, con tanto di azione-manifesto al 19' conclusa a lato da Simy dopo una serie lunghissima di passaggi, il Cagliari ha risposto con la verticalità studiata e voluta da Di Francesco a discapito del possesso palla; pochi tocchi, veloci e in profondità. Tattiche opposte, appunto, ma che hanno pagato per entrambi i tecnici prima dell'intervallo in cui la differenza, il 3-2 del tabellino allo stop, portava la firma della punizione perfetta disegnata da Lykogiannis per il primo gol dei sardi. Prima il Crotone aveva trovato il vantaggio con Messias, bravo a liberarsi in area di Godin capitalizzando l'assist di Reca e capitalizzando un migliore inizio di sfida.

La punizione del laterale greco al 23' però ha cambiato volto al match, quasi sbloccando la squadra di Di Francesco che dopo il pari ha trovato anche il sorpasso con un'azione in verticale fatta di tre passaggi: Godin a Joao Pedro, stop perfetto del brasiliano e verticalizzazione per Simeone per il 2-1 di potenza. Nei tre minuti prima della pausa però un altro botta e risposta ha cambiato il tabellino. Al gol al volo di destro di Molina dal limite su respinta di Godin ha risposto Sottil di testa, sfruttando l'assist perfetto di Zappa e l'ennesima azione in verticale.

Nella ripresa il match è cambiato radicalmente per l'espulsione di Cigarini già al 47' dopo il secondo giallo rimediato per fallo su Joao Pedro. Una inferiorità numerica che non ha tolto la voglia di giocare al Crotone di Stroppa, ma che ha aperto qualche spazio in più al Cagliari con un denominatore comune alle due squadre, ovvero lo spreco sotto porta. Simeone e Nandez non hanno bucato Cordaz lasciando aperta la partita, ma sono di Rispoli e soprattutto Simy gli errori più evidenti nell'ultimo quarto d'ora prima del tap-in vincente di Joao Pedro all'85' valido per chiudere il match e per le statistiche da goleador del brasiliano (raggiunto Lulù Oliveira con la maglia del Cagliari).

--
LE PAGELLE

Simeone 7 - Conferma l'ottimo momento di forma trovando un altro gol importante. E' il terminale del gioco in verticale di Di Francesco, ha ritrovato il feeling con il gol pur mantenendo un margine di pulizia nella giocata in area.

Godin 5 - Non è al meglio fisicamente, ma per tutto il primo tempo pare deconcentrato. Perde completamente Messias in occasione del primo gol subito, respinge male la rimessa di Reca per quello di Molina.

Nandez 7 - Uomo ovunque, nelle due fasi lo trovi sempre. A creare l'azione in ripartenza e a chiudere sugli avversari con un moto costante che è l'arma in più per i sardi. Nella ripresa sfiora più volte la gioia personale alle spalle degli attaccanti.

Cigarini 4,5 - Sentiva la partita e ha perso lucidità. Due falli ingenui gli costano l'espulsione che lascia i suoi con un uomo in meno per tutto il secondo tempo. 

Simy 5,5 - Dà sempre l'impressione di poter creare qualcosa di pericoloso utilizzando fisico e tecnica, e qualche volta lo fa. Spesso però pasticcia un po' troppo negli ultimi metri e anche contro Cragno si divora due gol davanti al portiere

Messias 6,5 - Trova il primo in Serie A dopo esserne divorato uno a inizio partita. Nel secondo tempo deve giocare più arretrato dopo il rosso a Cigarini, perdendo in pericolosità ma trovando qualche spunto partendo da destra.

--

IL TABELLINO

CAGLIARI-CROTONE 4-2
Cagliari (4-2-3-1)
: Cragno 6; Zappa 6,5 (43' st Faragò sv), Walukiewicz 6, Godin 5, Lykogiannis 7 (36' st Klavan sv); Marin 6,5 (43' st Oliva sv), Rog 6; Nandez 7, Joao Pedro 6,5, Sottil 7 (29' st Ounas 6); Simeone 7 (36' st Pavoletti sv). A disp.: Aresti, Vicario, Pisacane, Tripaldelli, Caligara, Oliva, Cerri, Tramoni. All.: Di Francesco 6,5.
Crotone (3-5-2): Cordaz 6; Magallan 5,5, Golemic 5,5, Luperto 5,5; Pereira 5,5 (32' st Crociata sv), Molina 6,5 (16' st Vulic 6), Cigarini 4,5, Benali 6, Reca 6 (16' st Rispoli 5,5); Messias 6,5, Simy 5,5. A disp.: Festa, Crespi, Cuomo, Marrone, Rojas, Petriccione, Riviere, Eduardo, Siligardi. All.: Stroppa 5,5.
Arbitro: Di Martino
Marcatori: 21' Messias (Cr), 27' Lykogiannis (Ca), 35' Simeone (Ca), 43' Molina (Cr), 45' Sottil (Ca), 40' st Joao Pedro (Ca)
Ammoniti: Marin, Lykogiannis (Ca); Magallan, Benali (Cr)
Espulsi: 2' st Cigarini (Cr) per somma di ammonizioni
--

LE STATISTICHE DI OPTA

Il Crotone è la squadra contro la quale il Cagliari ha giocato più partite in Serie A (cinque) senza mai perdere: quattro vittorie, un pareggio.

Il Cagliari ha vinto le ultime due partite di campionato: tante quante nelle precedenti 14 di Serie A (5N, 7P).

Il Cagliari non vinceva contro una squadra neopromossa in Serie A dall'aprile 2019 (1-0 v Frosinone).

Il Cagliari ha segnato nove gol nelle ultime tre partite di Serie A: uno in meno che nelle precedenti 13.

João Pedro, con 45 gol all'attivo, ha agganciato Luis Oliveira al secondo posto della classifica dei marcatori all time del Cagliari in Serie A, alle spalle di Luigi Riva (156).

João Pedro ha segnato quattro reti nelle sue ultime quattro sfide di Serie A contro squadre neopromosse.

João Pedro ha preso parte a cinque gol (tre reti, due assist) nelle prime cinque sfide di campionato; si tratta della sua miglior partenza nel massimo torneo italiano.

Junior Messias ha trovato il suo primo gol in Serie A con la 14esima conclusione in campionato; nello scorso torneo di Serie B ne impiegò ben 57 prima di andare a bersaglio.

Per Charalampos Lykogiannis si tratta del primo gol in Serie A in 47 partite; inoltre Lykogiannis è il primo giocatore greco a segnare un gol nella storia del Cagliari in Serie A.

Giovanni Simeone ha realizzato quattro gol nelle prime cinque partite in questa Serie A, registrando la propria migliore partenza stagionale di sempre in termini realizzativi.

Giovanni Simeone è l'unico giocatore ad aver segnato al Crotone con tre maglie differenti in Serie A (Genoa, Fiorentina e Cagliari).

Salvatore Molina ha trovato il suo primo gol in Serie A; ne aveva segnati due in tutto lo scorso campionato di Serie B, in 36 partite.

Riccardo Sottil ha segnato il suo secondo gol in carriera, dopo quello realizzato in Serie B contro il Verona, nell’aprile 2019, con la maglia del Pescara, in 35 partite complessive.

Il Cagliari non segnava su punizione diretta in Serie A dal settembre 2018: gol di Barella contro l’Atalanta.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments