SERIE A

Brescia-Atalanta, gli ultras della Dea disertano il Rigamonti: "O tutti o nessuno"

Il derby riservato ai possessori della tessera del tifoso, gli ultras nerazzurri non ci stanno

  • A
  • A
  • A

Brescia-Atalanta riservata ai tifosi ospiti possessori della Dea Card? E la Curva Nord invita a disertare il Rigamonti. Inserita dall'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive come gara a rischio e dato mandato alle Leghe competenti di non avviare la vendita dei tagliandi per i residenti nella Provincia di Bergamo, la Prefettura di Brescia, per questioni di ordine pubblico, data l'accesa rivalità tra le due tifoserie, conferma che il settore ospite, con i suoi 1027 posti, sarà aperto solo ai possessori della Dea Card, appunto.

Che, tradotto, significa blocco degli ultrà, da sempre contrari a sottoscrivere la tessera. Una situazione, l’apertura parziale, che rischia di creare tensioni anche all’interno della stessa curva, visto che una parte della tifoseria bergamasca vorrebbe tesserarsi proprio per potere essere presente a Brescia. Intanto, però, la Curva Nord in un comunicato pubblicato su Facebook invita a disertare il settore ospiti, al grido di "Il derby non è solo per qualcuno, a Brescia o tutti o nessuno!", lamentando come una delle gare più sentite a livello campanilistico rischia di restare una partita vuota e senza significato, a causa di restrizione che, per gli ultrà, mirano a eliminare ogni forma di tifo organizzato per creare un sistema di tifosi senz'anima, ridotti a clienti da spennare. Da qui il richiamo a lasciare i gradoni del settore ospiti spogli di ogni colore.

Vedi anche Brescia ancora sconfitto, i tifosi scrivono a Cellino: "Rivogliamo Corini" brescia Brescia ancora sconfitto, i tifosi scrivono a Cellino: "Rivogliamo Corini"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments