SafetyPlayers, è realtà la prima Coppa del Mondo del Lavoro

Un torneo per sensibilizzare sul tema della sicurezza sul lavoro

SafetyPlayers, è realtà la prima Coppa del Mondo del Lavoro

La “Coppa del Mondo del Lavoro” ha iniziato la sua storia da Monza il 28 aprile, la Giornata Mondiale della Sicurezza sul Lavoro. La prima edizione dell’evento calcistico promosso dai Safetyplayers, squadra nazionale creata pochi mesi fa da Matteo Mondini e alcune professionalità del settore della Sicurezza sul Lavoro, è infatti andata in scena nello storico stadio Sada: un torneo che ha rappresentato l'esordio pubblico della Nazionale Italiana Sicurezza sul lavoro Safetyplayers e il primo seme lanciato a livello mediatico, per operare una vera e propria rivoluzione culturale, trasformare un tema visto come un peso, un obbligo, in un valore condiviso, per contribuire a fermare la strage silenziosa delle cosiddette “morti bianche”.

Nello stadio monzese sono così scese in campo anche la squadra del Comune di Monza, capitanata dal sindaco Dario Allevi e dall'assessore allo Sport Andrea Arbizzoni, la Nazionale dei Vigili del fuoco e la rappresentativa Medicuore dei Medici di Monza e Brianza.

L'incasso – con libera donazione – è servito per finanziare un progetto di sensibilizzazione nelle scuole del territorio, denominato “School Safety Tour, a scuola con la Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro”. In panchina, per la Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro c'era Maurizio Ganz, l'ex campione di Inter e Milan che ha accettato con entusiasmo l'incarico di Commissario Tecnico.

TAGS:
Safetyplayers
Monza
Coppa del Mondo
Mondini Matteo
Ganz

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X