INGHILTERRA

Premier League: Son regala tre punti al Tottenham, poker dell’Arsenal

Il sud-coreano trova il gol vittoria sull'Aston Villa in pieno recupero, Pépé protagonista contro il Newcastle

  • A
  • A
  • A

Il Tottenham conquista il terzo successo consecutivo in Premier League passando 3-2 sul campo dell’Aston Villa. Alderweireld riscatta l’autogol, firmando l’1-1; Son ribatte in rete il rigore che Reina gli aveva parato (fallo di Engels su Bergwijn). Engels pareggia ma in pieno recupero commette l’errore che porterà al gol vittoria di Son. L’Arsenal stende 4-0 il Newcastle con le reti nella ripresa di Aubameyang, Pépé (due assist), Ozil e Lacazette.

È un successo tanto sofferto quanto prezioso quello che proietta il Tottenham al quinto posto e quindi, stante la squalifica del Manchester City dalle prossime Coppe europee, in zona Champions League (in attesa del pronunciamento del Tas). 

Il match non comincia nel migliore dei modi per Mourinho, costretto ad andare sotto al 5’ in maniera rocambolesca: El Ghazi, dalla fascia destra, crossa al centro per i propri compagni ma il suo suggerimento viene intercettato da Alderweireld che anticipa con il mancino Samatta, trafiggendo involontariamente Lloris e portando così in vantaggio l’Aston Villa. Dopo un tiro di poco a lato di Grealish, il Tottenham sfiora il pareggio in un paio di circostanze: prima con un destro rasoterra di Dele Alli, respinto coi piedi da Reina, e poi con un diagonale di Lucas Moura che sfiora il palo. Il meritato 1-1 arriva al 27’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si innesca un batti e ribatti in area avversaria prima che il pallone arrivi sui piedi di Alderweireld, che si riscatta dalla sfortunata autorete con un destro di controbalzo in girata che s’infila sotto l’incrocio dei pali. 

El Ghazi impegna Lloris con una conclusione non irresistibile, ma nel finale di tempo gli Spurs ribaltano il risultato: Engels stende Bergwijn e viene assegnato il rigore dal Var. Dal dischetto si presenta Son che si fa ipnotizzare dall’ex portiere del Milan, costretto però a subire la ribattuta in rete del sudcoreano. A inizio ripresa, un po’ come successo ad Alderweireld, anche l’autore del fallo da rigore riesce a riscattarsi siglando il 2-2: corner dalla sinistra di Grealish e colpo di testa in elevazione di Engels, posizionato a centro area. A questo punto la gara cala un po’ di intensità, con i due portieri che non vengono impegnati particolarmente. Sono nel finale il match si risveglia: all’85’ il mancino di Son viene respinto da Reina e, nel quarto minuto di recupero, è proprio il sudcoreano a regalare i tre punti agli Spurs: lancio lungo dalle retrovie di Davinson Sánchez, Engels buca clamorosamente un facile intervento sulla trequarti, spalancando il campo a Son che si avvicina a Reina punendolo all’angolino basso. Sheffield sorpassato in classifica e Champions League dell’anno prossimo molto più vicina.

ARSENAL-NEWCASTLE 4-0
L’Arsenal stacca in classifica il Newcastle, sconfiggendolo nello scontro diretto per il decimo posto. Il primo tempo dell’Emirates è tutt’altro che divertente. Al 15’ Longstaff colpisce al volo un corner di Lazaro; il pallone viene deviato da Ceballos ma Leno si allunga e mette ancora in corner. Un minuto più tardi altra occasione per gli ospiti: grande azione di Saint-Maximin che mette in mezzo un cross rasoterra, Joelinton colpisce male e il pallone si spegne sul fondo. I Gunners si fanno vedere per la prima volta al 22’, quando un destro a giro di Saka esce di poco vicino all’incrocio dei pali della porta del Newcastle. Alla mezz’ora Aubameyang, liberato da un grande esterno di Ozil, prova una conclusione col sinistro che è però facile preda di Dubravka. Quest’ultimo alza in corner una punizione a giro di Pépé; sul fronte opposto Saint-Maximin fa fuori Bellerin e mette in mezzo un tiro-cross che attraversa tutta l’area ed esce dalla parte opposta.

La ripresa si vivacizza: Nketiah colpisce la traversa su suggerimento di Pépé, il quale al 54’ trova a centro area Aubameyang che stacca bene sul secondo palo per il gol dell’1-0. Tre minuti dopo Saka si libera con un tunnel di Lazaro per poi mettere un traversone al bacio per Pépé, che sigla il raddoppio dei padroni di casa. L’uno uno-due terrificante dell’Arsenal piega le resistenze del Newcastle, che rischia di subire il tris sulla traversa di Aubameyang. Nel finale anche gli ospiti colpiscono un legno, con il palo scheggiato da Saint-Maximin. Al 90’ Ozil comincia l’azione e poi la chiude su un cross di Lacazette con un piattone a centro area; Dubravka si fa scappare il pallone che s’infila in rete. Il definitivo 4-0 vede Lacazette chiudere un appoggio all’indietro di Pépé (due assist per lui) ed esplodere di gioia sotto la curva dei tifosi biancorossi.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments