LA CONFESSIONE

Ora Benzema si sente libero: "Prima ero costretto a giocare per Ronaldo"

L'attaccante del Real Madrid ha rivelato di aver dovuto cambiare il suo gioco per assecondare le esigenze del portoghese

  • A
  • A
  • A

E' abbastanza scontato pensare che Ronaldo sia una sorta di cannibale che vuole che tutto un reparto (o un'intera squadra) abbia come finalità quella di aiutarlo a mettere a segno più gol possibili. Ora è arrivata anche la conferma diretta. Ed è arrivata da uno dei partner che più hanno assecondato le caratteristiche del campione portoghese a costo di sacrificare le proprie: Karim Benzema, compagno d'attacco di Cristiano in quelli che, alla fine, sono stati i veri anni d'oro del grande Real, dopo quelli della seconda metà degli anni '50. 

Ospite della trasmissione "Universo Valdano",  l’attaccante francese ha toccato anche l'argomento del suo rapporto con Cristiano Ronaldo: "Nel Lione giocavo in tutt'altro modo. Ora sono libero in campo, mi piace toccare il pallone. Con Cristiano ho cambiato il mio stile, giocavo per lui. Avevo uno che faceva il doppio o il triplo dei miei gol e dovevo adattarmi. Ho pensato che non mi sarebbe costato nulla, dovevo solo cambiare il mio modo di giocare e passarla di più a lui. Ho messo da parte la mia anima da bomber", queste le parole di Benzema.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments