JUVENTUS-NOVARA 5-0

La Juve di Pirlo riparte da CR7: è suo il primo gol ufficiale

Il portoghese apre le marcature contro il Novara, poi a segno anche Ramsey, Pjaca e due volte Portanova

  • A
  • A
  • A

A sette giorni dall’esordio in campionato, la nuova Juventus di Andrea Pirlo vince il primo (e unico) test pre-stagionale battendo il Novara 5-0. Campioni d’Italia che vanno in vantaggio con un destro incrociato di Cristiano Ronaldo, dopo un ottimo scambio con Kulusevski, e che raddoppiano con Ramsey nella ripresa, prima della rete di Pjaca e della doppietta finale di Portanova. Impressiona nel debutto con la maglia bianconera anche McKennie; da rivedere invece Arthur.

Trentasei giorni dopo la nomina come allenatore della Juventus, Andrea Pirlo debutta con una larga vittoria nella prima vera amichevole pre-stagionale dei bianconeri. Dopo il test in famiglia disputato contro l’Under 23 (“ex” squadra di Pirlo), i campioni d’Italia superano alla Continassa il Novara per 5-0. La manovra non è sempre apparsa fisiologicamente rapida e veloce, ma ci sono state alcune fiammate degne di nota. Sugli scudi Kulusevski e McKennie, esordienti con la maglia bianconera, che mostrano subito degli ottimi spunti.

La prima conclusione della partita è a opera di Cristiano Ronaldo, reduce dalla splendida doppietta in Nations League con il suo Portogallo: mancino alto. Poco dopo McKennie si libera al tiro dal limite, ma il portiere Lanni è sicuro nella presa. L’estremo difensore del Novara deve però poi impegnarsi sul destro secco di Cuadrado da posizione defilata. La coppia d’attacco CR7- Kulusevski si trova alla perfezione al 20’, con una combinazione stretta che viene chiusa in rete dal portoghese con una botta incrociata di destro. Triangolo che era stato anticipato da Rabiot (che agisce come mezzala destra), il quale cerca poi la porta con il destro, ma la sfera termina sopra la traversa. Ramsey e Cristiano Ronaldo sfiorano il 2-0 nel finale di tempo, ma Lanni in entrambe le circostanze è bravo a negare il raddoppio juventino.

I tanti inevitabili cambi all’intervallo stravolgono la squadra: rimangono in campo solo Cuadrado, Alex Sandro e Ramsey. Proprio quest’ultimo pesca il doppio vantaggio al 56’ con un inserimento perfetto, su un’invenzione di Douglas Costa; il gallese batte Lanni con un esterno piede destro di prima intenzione e fa 2-0. Il pressing efficacie della Juventus porta poi al tris di Pjaca, già a segno contro l’Under 23, risolvendo un batti e ribatti in area novarese. Segnali convincenti quindi dal tridente della ripresa formato da Douglas Costa, Pjaca, Ramsey. Il giovane Manolo Portanova, classe 2000, completa la manita in pieno recupero con una doppietta personale: prima su suggerimento di Bentancur e poi deviando in rete una conclusione di Nicolussi Caviglia. Gioca 45 minuti anche l’ex Barcellona Arthur, la cui prestazione è difficile da valutare anche per via della rivoluzione tecnica che c’è stata nel secondo tempo. In ogni caso per la Juventus è stato un test importante in vista dell’esordio in campionato contro la Sampdoria di domenica prossima. Andrea Pirlo, per ora, può dirsi soddisfatto.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments