INTER

Inter, Inzaghi abbraccia Barella, Bastoni e Lautaro in attesa di Nandez

Mentre prosegue la trattativa con Cagliari, alla Pinetina tornano gli ultimi nazionali

  • A
  • A
  • A

Barella, Bastoni e Lautaro alla Pinetina: da oggi Simone Inzaghi ha finalmente a sua disposizione il gruppo Inter al completo, ottima notizia per il tecnico nerazzurro a venti giorni dall'inizio del campionato. Per i tre nazionali consueto iter con tamponi Covid e poi lavoro personalizzato prima di unirsi al resto della squadra che torna oggi al lavoro dopo i tre giorni di pausa concessi da Inzaghi (discorso a parte per Lukaku, Perisic, Vecino, Vidal e Sanchez che sono rimasti a lavorare ad Appiano Gentile). Il tutto in attesa di Eriksen, che arriverà a Milano in settimana per salutare i compagni e, soprattutto, per sottoporsi a tutti i test medici necessari per capire se la sua carriera in Italia potrà avere ancora futuro, e con la speranza che presto possa far parte del gruppo anche Nandez, il prescelto per il post Hakimi.  E proprio a questo proposito, Inter e Cagliari torneranno a parlarsi al ritorno del centrocampista uruguagio in Italia per provare a chiudere la trattativa, anche se il nuovo infortunio di Rog rischia di cambiare i termini dell'accordo di massima trovato settimana scorsa.

I due club lavorano sulla base di un prestito con riscatto fissato a 21 milioni di euro, manca però l'accordo relativo alla cifra da sborsare subito visto che ballano due milioni tra i 5 chiesti dai sardi e i 3 proposti dai nerazzurri. Molto però dipende da Nainggolan che è destinato a tornare in Sardegna: l'Inter si assumerà l'onere di pagare parte dello stipendio del belga, senza rescindere il contratto (cosa che avrebbe prodotto una minusvalenza), andando così indirettamente incontro alle richieste del Cagliari. O, almeno, è questa l'intenzione dei nerazzurri. Da valutare, però come infortunio di Rog potrà impattare sulle esigenze del club di Giulini.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments