EFFETTO CORONAVIRUS

Il Covid-19 manda in pensione il fischietto: arriva quello elettronico?

Negli Stati Uniti lo usano già in Nba e Nfl

  • A
  • A
  • A

Dopo 140 anni di onorata attività, il classico fischietto rischia di finire in pensione a causa del coronavirus, con le norme igieniche da osservare su tutti i campi che ne mettono a dura prova l'uso. La nuova tendenza che si è diffusa negli Usa è efficace per evitare rischi: si tratta del fischietto che 'non fischia'. Un fischietto elettronico che gli arbitri tengono fra le mani e azionato con un pulsante a portata di pollice.

Verne Harris, un arbitro statunitense con una lunga esperienza nel basket, ha sollevato la questione: "Si potrà continuare a usarlo? Direi di no: i giocatori toccano il pallone, ce lo restituiscono, noi tocchiamo pallone e quindi mettiamo in bocca il fischietto. Siamo i più esposti ai rischi".

L'oggetto, divenuto oltremodo prezioso di questi tempi, è prodotto e messo in commercio dalla Fox40, un'azienda che da anni produce fischietti per ogni arbitro, come testimonia il fatto che ne vende circa 15.000 al giorno. Fra i clienti dell'azienda la Nba e la Nfl. Quello elettronico somiglia a una piccola torcia, resta da risolvere il problema della batteria e poi c'è l'insidia dell'involontarietà: un piccolo tocco e parte il 'fischio'. E col fischio le consuete polemiche...

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments