Calcio ora per ora

germania, lite tra parrucchieri e calciatori

Doppie e triple sfumature, bizzarre figure geometriche, acconciature

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Doppie e triple sfumature, bizzarre figure geometriche, acconciature che solo un professionista di forbice e rasoio puo' realizzare con tale precisione. Com'e' possibile, visto che barbieri e parrucchieri in Germania sono chiusi dal 16 dicembre a causa del lockdown? Capigliature impeccabilmente originali sono ormai un vezzo diffuso in tutti i campionati europei, vedi in Italia (dove pero' i saloni restano aperti) le creste di Nainggolan o i ghirigori sul cranio di Vidal. Ma che a sfoggiarle siano molti protagonisti della Bundesliga ha sollevato il sospetto della categoria (80mila esercizi): si fanno servire a domicilio? Se cosi' fosse, la pratica (ugualmente vietata dalla lotta al Covid) rischierebbe di compromettere l'attivita' dell'intera categoria. Cosi' il sindacato dei parrucchieri ha scritto una lettera aperta al presidente della Federcalcio (DFB), Fritz Keller, per chiedere ai professionisti del pallone di mostrare solidarieta' verso questo settore del commercio. "È con grande disappunto che abbiamo dovuto scoprire in questi giorni che la maggior parte dei calciatori - si legge nella missiva, pubblicata in parte da Der Spiegel - e' andata in campo con i capelli appena tagliati: testa rasata, collo e tempie rifilate di pochi millimetri, contorni netti. Acconciature che solo i parrucchieri professionisti possono realizzare, tra l'altro con attrezzature e strumenti di precisione". "È evidente - prosegue la lettera - che si siano rivolti ad acconciatori professionisti per un servizio a domicilio e questo mette sotto pressione un intero settore, perche' viola i regolamenti in atto e alimenta il lavoro clandestino". Fatto ancor piu' grave se si considera che "i calciatori rappresentano un modello, un esempio da seguire per molte persone".