Napoli, che paura per Vacca: spari sull'auto per rapinarlo

Serata da incubo per il centrocampista della Casertana, che su Instagram ha condiviso la foto dell'auto col buco del proiettile

Napoli, che paura per Vacca: spari sull'auto per rapinarlo

“Per la seconda volta mi avete sparato appresso senza sapere se dietro ci fossero le mie figlie. Ma la colpa è mia che metto i gioielli in questa città abitata da gente di m... che prova solo invidia...da domani non metterò più nulla quindi se vedete la macchina sappiate che lo scemo di Antonio camminerà solo con carte di credito...vi ho dato tante possibilità ma non ci siete riusciti!!!”. Con queste dure parole pubblicate in una storia di Instagram a corredo di una foto che mostra il foro provocato da un proiettile sulla sua auto, Antonio Vacca, ex regista del Parma attualmente alla Casertana, si è sfogato e ha denunciato di aver rischiato addirittura la vita durante un tentativo di rapinarlo andato in scena l'altra sera a Napoli. Una vicenda terribile, spaventosa, commentata anche da parte della Casertana, che ha espresso immediatamente solidarietà per il suo giocatore e ha stigmatizzato duramente l’episodio in un comunicato ufficiale: “La Casertana F.C. manifesta profonda solidarietà nei confronti di Antonio Junior Vacca, la scorsa sera vittima di un vergognoso tentativo di rapina in quel di Napoli. Un atto vile che, per fortuna, non ha avuto alcuna conseguenza per Antonio e i suoi familiari”.

TAGS:
Calcio
Vacca
Casertana
Rapina
Spari
Macchina
Instagram
Napoli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X