EMERGENZA

Coronavirus, rinviata Ascoli-Cremonese di Serie B e annullate altre 95 gare

In tutto il Nord italia - e non solo - si moltiplicano le misure cautelari per motivi di sicurezza sanitaria. Stop anche a volley e basket

  • A
  • A
  • A

L'allarme Coronavirus ha portato al rinvio anche della partita di calcio di Serie B tra Ascoli e Cremonese che era in programma oggi alle 15 allo stadio Del Duca di Ascoli Piceno. La decisione del Gos (Gruppo operativo sicurezza) è arrivata dopo che anche a Cremona è stato segnalato un caso positivo e nella città lombarda sono state chiuse le scuole e annullati tutti gli eventi culturali e sportivi. Già in precedenza, in Lombardia erano state rinviate 95 partite dei campionati dilettanti: il comitato regionale della Lega Dilettanti della Lombardia aveva infatti fornito stamattina un primo aggiornamento rispetto alle iniziali 42 gare di diversi campionati, dall'eccellenza alle juniores femminili fino alle giovanili, rinviate nella giornata di ieri. Coinvolti nello stop anche volley e basket.

NIENTE RUGBY IN VENETO
Niente rugby in Veneto a causa del Coronavirus. Lo conferma il Comitato Regionale, che ha competenza sull'attività giovanile Under 18 e di età inferiore, con una nota in cui si spiega che l'attività agonistica di questo week end e' stata sospesa. Poi, "riferendosi in particolare alla circolazione di voci e notizie non meglio precisate in merito al contagio di alcuni atleti veneti e loro familiari" che sarebbe alla base di questa decisione, "il Comitato Regionale intende chiarire che non e' organo autorizzato a diffondere notizie o dati sensibili relativi allo stato di salute dei suoi tesserati, tanto meno dei loro familiari". Viene inoltre precisato che "la sospensione delle attività ha carattere prudenziale e preventivo, e si inserisce nel contesto di quanto predisposto dalle massime autorità competenti, nazionali e regionali, ai fini di ridurre al minimo il rischio di diffusione del virus".

BASKET, SOSPESE LE PARTITE IN VENETO
La Federazione Italiana Pallacanestro, considerata la situazione sanitaria in alcune zone della Regione Veneto, ha deciso di sospendere tutte le gare gestite dal Comitato Regionale Veneto e dagli uffici gare distaccati provinciali, dalla data odierna fino a mercoledì 26 febbraio. La Federbasket ha precisato che sono da considerarsi sospese anche tutte le manifestazioni organizzate dalla Fip Veneto, quali concentramenti 3x3 e Giornate Azzurre.

IL MINISTRO SPADAFORA: "MONITORIAMO MA SENZA ALLARMISMI"
"Stiamo monitorando e man mano prendendo tutti i provvedimenti necessari. Non vogliamo fare allarmismo ma è ovvio che i luoghi di aggregazione sportiva sono tra i posti in cui le difficoltà possono presentarsi maggiormente". Così Vincenzo Spadafora, ministro per le politiche giovanili e lo sport, a proposito dell'emergenza coronavirus. "Sono in stretto contatto col presidente del Coni Malagò, ma anche con i presidenti delle federazioni, e col presidente del Consiglio. Monitoreremo di volta in volta insieme a chi ha la competenza anche da un punto di vista sanitario, ma non vogliamo creare allarmismo. Faremo quello che è necessario per la tutela di tutti i cittadini.Soprattutto in quelle province dove purtroppo si sono già manifestate delle morti stiamo provvedendo alla sospensione di tutte le competizioni".

RINVIATO IL MATCH DI SERIE B ASCOLI-CREMONESE
L'allarme Coronavirus ha portato anche l rinvio della partita di Serie B Ascoli-Cremonese in programmaallo stadio Del Duca di Ascoli Piceno. La decisione del Gos (Gruppo operativo sicurezza) è arrivata dopo che anche a Cremona è stato segnalato un caso positivo e nella città lombarda sono state chiuse le scuole e annullati tutti gli eventi culturali e sportivi.

PULICELLI, PRESIDENTE DELL'ASCOLI, NON CI STA
La decisione del rinvio non è andata giù a Massimo Pulcinelli, proprietario dell'Ascoli, che attraverso i social, dopo la comunicazione dell'ufficialità, si è lasciato andare ad un duro sfogo. "È ufficiale, rinviata! Paese assurdo.. Ridicolo! Gestito da irresponsabili. Lo stadio? Il luogo meno pericoloso al mondo. Ora chiudiamo tutti gli esercizi pubblici per la paura!".

PALLAVOLO: RINVIATE ALTRE GARE DI SERIE B
In conseguenza degli ulteriori sviluppi della situazione relativa al coronavirus, con particolare riferimento alla zona del Veneto e della provincia di Padova, la federazione italiana di pallavolo ha deciso la sospensione anche dei campionati di Serie B maschile, girone C, e serie B2 femminile, gironi D ed E, della giornata in programma oggi e domani e che sarà recuperata a data da destinarsi. Ieri erano state rinviate partite dei gironi A e B di Serie B maschile, dei gironi A, B della serie B1 femminile e dei gironi B e C della B2 femminile, comprendenti zone della Lombardia e dell'Emilia Romagna. La Fipav invita poi "il Comitato Regionale e i Comitati territoriali del Veneto (in modo particolare del territorio di Padova), così come le Leghe di Serie A maschile e femminile di voler prendere analoghi provvedimenti, a salvaguardia della salute comune".

Sabato 21 febbraio:

PIACENZA, STOP A CALCIO E BASKET
Stop a basket e calcio a Piacenza. La prefettura, con una ordinanza emessa in serata in relazione all'emergenza coronavirus ha disposto lo stop di tutte le attività sportive previste nel fine settimana. In particolare sono state sospese la partita di Lega Pro tra Piacenza e Sambenedettese (in programma domenica), quella di serie D tra Fiorenzuola e Lentigione e quella di basket tra Bakery Piacenza e Jesi, valevole per il campionato di Serie B (girone C). Sono stati sospesi anchi gli altri eventi sportivi dilettantistici e non competitivi, dove previsti. 

PALLAVOLO: RINVIATE ALCUNE GARE DI SERIE B
La Federazione Italiana Pallavolo, visto l'evolversi della situazione contingente al coronavirus in alcune zone italiane, determina la sospensione dei Campionati Nazionali di Serie B Maschile - gironi A, B, Serie B1 Femminile - gironi A e B, Serie B2 Femminile - gironi B, C, della giornata in programma questo fine settimana. La FIPAV - informa una nota - invita inoltre i Comitati Regionali e Territoriali di Lombardia ed Emilia Romagna (in modo particolare dei territori Cremona, Lodi, Piacenza), così come le Leghe di Serie A Maschile e Femminile di voler prendere analoghi provvedimenti, a salvaguardia della salute comune. La Federazione si riserva di prendere ulteriori provvedimenti e di dare ulteriori comunicazioni nel corso delle prossime ore. 

CALCIO: STOP PER 42 PARTITE
Sono in tutto 42, al momento, le gare del calcio dilettantistico lombardo rinviate per l'emergenza coronavirus, sulle 502 in programma nel fine settimana. Le società hanno però tempo fino a domani alle 12 per chiedere eventuali altri rinvii: la situazione, si sottolinea dalla Lega Dilettanti, è in evoluzione, e altre squadre con tesserati provenienti dalle zone interessate all'isolamento, dirigenti, tecnici o calciatori, potrebbero avere difficoltà a raggiungere il luogo delle partite. Anche per questo, tra gli incontri sospesi nei diversi campionati - dalle juniores femminili all'Ecccellenza - vi sono partite nei comuni del lodigiano, ma anche di Milano e Pavia

BASKET: ASSIGENICO PIACENZA SOSPENDE GLI ALLENAMENTI GIOVANILI
Anche le giovanili di basket dell'Assigenico Piacenza dicono stop agli allenamenti visto che la squadra si allena sul campo di Codogno.

PIACENZA, SOSPESI GLI ALLENAMENTI DEL SETTORE GIOVANILE
Il Piacenza calcio ha deciso di sospendere gli allenamenti del settore giovanile. Il dg Scianò: "Nessun allarmismo ma abbiamo molti giovani giocatori di quella zona e anche del personale per gli spostamenti logistici e quindi abbiamo accolto l'invito delle autorità".

ANCHE IL VOLLEY SI FERMA
Comunicato ufficiale FIPAV: "Facendo seguito alle indicazioni della Regione Lombardia ed alle ordinanze di alcuni Comuni interessati dall’allarme CORONAVIRUS, il Comitato Territoriale FIPAV Cremona Lodi ha disposto la sospensione di tutte le gare di tutti i campionati di ogni ordine e grado fino alla giornata di lunedì 24 febbraio compreso. Nuove disposizioni saranno diramate appena arriveranno disposizioni dal Ministero della Salute".

STOP AL CALCIO DILETTANTISTICO LODIGIANO
Il comitato regionale della Lega Dilettanti della Lombardia ha specificato che le società non presenti nell'elenco dei 40 match già rinviati "che hanno tesserati (dirigenti, tecnici, calciatori) provenienti dalle zone interessate possono richiedere il rinvio della gara".

SERIE C: SITUAZIONE MONITORATA
La situazione rimane fluida invece in Serie C. Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha fatto sapere all'ANSA che la "situazione è monitorata costantemente". La partita più a rischio di Serie C sembra essere quella tra Piacenza e Sambenedettese in programma domenica 23 febbraio alle 15 allo stadio Leonardo Garilli, luogo che dista solo 20 km da Codogno,

CODOGNO, CHIUSI GLI IMPIANTI SPORTIVI
Il rinvio aveva già coinvolto Codogno, luogo del primo caso ufficiale di coronavirus in Italia, dove erano stati chiusi gli impianti sportivi).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments