VERSO SHAKHTAR-INTER

Shakhtar, De Zerbi: "Inter più consapevole e convinta, Inzaghi tecnico giusto"

Il tecnico ritrova i nerazzurri: "Lo scudetto gli ha dato sicurezza"

  • A
  • A
  • A

Sconfitto all'esordio dallo Sheriff Tiraspol, lo Shakhtar Donetsk ospita l'Inter cercando i primi punti in questa Champions League. Alla guida della squadra ucraina Roberto De Zerbi: "L'Inter è una squadra forte - ha commentato l'ex tecnico del Sassuolo -, lo era lo scorso anno e lo è ancora adesso. Vedo una squadra ancora più convinta della passata stagione, lo scudetto le ha dato sicurezza. Noi faremo la nostra partita, sapendo che dobbiamo migliorare".

L'Inter rispetto alla scorsa stagione però ha cambiato allenatore, passando da Conte a Simone Inzaghi, perdendo Lukaku e Hakimi: "Ne ha presi di altrettanto forti seppur con caratteristiche diverse - ha ribadito De Zerbi -, poi ha perso Conte ma ha preso Inzaghi che è uno dei migliori tecnici italiani e che ha sempre fatto bene con la Lazio. La vittoria ti rende più forte, ti fa scattare qualcosa nella testa e ti fa capire la strada giusta. L'Inter oggi lo ha capito".

Proprio sul nuovo allenatore nerazzurro De Zerbi ha speso belle parole: "Ci siamo sfidati tante volte, alcune è andata bene a lui altre a me. Penso fosse il tecnico giusto per l'Inter in questo momento". La sfida contro una squadra italiana però non aggiunge pressione al tecnico dello Shakhtar: "Sono orgoglioso di essere italiano, ma non sento maggiore pressione. Sono concentrato sulla gara di domani, ma anche sulla sfida alla Dinamo perché anche in campionato dobbiamo invertire la rotta".

Dopo la sconfitta contro lo Sheriff gli arancioneri non possono sbagliare contro l'Inter: "Non so quale sarà l'atteggiamento dei nerazzurri domani, ma loro partono sicuramente da un punto diverso rispetto a noi. Noi magari cambieremo la velocità generale, ma non l'atteggiamento. Non voglio dare alcun tipo di informazione sulla formazione".

"Fare il massimo e fare tutto bene potrebbe anche non bastare per vincere la partita, perché l'Inter è più forte. Ma credo anche che lo Shakhtar fosse più forte dello Sheriff, ma ci hanno battuto. E' il bello del calcio. Le partite iniziano tutte 0-0, lo Shakhtar dovrà divertirsi, trovare un'alta gioia nel giocare, ma potrebbe pure non bastare per vincere perché l'Inter ha giocatori forti. Noi lavoriamo per far sempre qualcosa in più di quello che si dice sulla carta

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments