PORTO-ARSENAL 1-0

Champions League: Galeno fa impazzire il Dragão, Arsenal ko col Porto

I piani di Conceiçao vanno a buon fine: il brasiliano, che aveva sprecato nel primo tempo, firma l'1-0 al 94'. Arteta dovrà rimontare nel match di ritorno

  • A
  • A
  • A

L'ottavo di Champions League tra il Porto e l'Arsenal ha un epilogo a sorpresa al 94', proprio quando tutto sembrava portare verso un pari a reti bianche. Galeno fa infatti esplodere il Do Dragão con un sontuoso tiro a giro, che vale l'1-0 sui Gunners di Arteta. Match sottotono per i londinesi, che tornano a casa senza aver tirato in porta. Servirà una grande rimonta nel match di ritorno, visto che il Porto avrà a disposizione due risultati su tre.

Un match avaro di emozioni si sblocca solo nel recupero e consegna una sconfitta a sorpresa all'Arsenal, che cade al Dragão: esulta il Porto nell'andata degli ottavi di Champions League, con l'1-0 e la rete decisiva di Galeno al 93'. Iniziano con grande impeto i Gunners, dominando col possesso palla e pressando altissimi i rivali, ma a questo impegno non si somma l'efficacia in zona-gol. Saka e Martinelli hanno le polveri bagnate e il centrocampo non riesce a servirli rapidamente, così la grande occasione è del Porto al 21'. Fa tutto Galeno, che prima colpisce il palo e poi sbaglia clamorosamente il tap-in con Raya battuto: l'esterno, ex Braga, calcia direttamente a lato da due passi. Reagisce a questo spavento l'Arsenal, ma non riesce a colpire dalle parti di un attento Diogo Costa: sbagliano sia Saka che Trossard, coi londinesi che non riescono a far male neanche dai calci piazzati. Lo 0-0 resiste anche in una ripresa che è ricca di errori tecnici ed azioni senza costrutto, con un gioco molto spezzettato che appesantisce il match e limita le occasioni da gol. Arteta si gioca Jorginho per proteggere il pari esterno e Conceiçao prova a osare con Ivan Jaime e Toni Martinez, ma nessuna di queste mosse sembra dare la svolta decisiva alla gara. Una svolta che arriva eccome al 94' quando, dopo l'ennesima chance sprecata dall'Arsenal, il Porto riparte e trova la rete della vittoria. L'eroe di giornata è Galeno, che insacca alle spalle di Raya con un sontuoso tiro a giro. Vincono 1-0 i Dragões di Conceiçao tra le mura amiche, Arteta dovrà inseguire la rimonta nel match di ritorno. In caso contrario, la Champions dei Gunners terminerà agli ottavi. 

LE STATISTICHE DI PORTO-ARSENAL
Per la seconda volta dal 2003/04, l’Arsenal non ha effettuato alcuna conclusione nello specchio in una partita di Champions League (in precedenza contro il Barcellona nel marzo 2011).

Galeno ha segnato cinque gol in questa Champions League, nessuno ha fatto meglio in questa edizione del torneo (cinque anche Haaland, Morata, Griezmann e Højlund).

In questa edizione di Champions League si è segnato il numero più basso di reti nelle gare di andata degli ottavi di finale (14), il precedente record negativo era 16 nelle stagioni 2003/04, 2006/07, 2008/09, 2010/11.

La rete di Galeno (93’ e 22’’) è la rete più tardiva realizzata dal Porto in Champions League da quella di Uribe nel settembre 2022 (95’ e 47’’ contro l’Atletico Madrid).

Pepe (40 anni e 360 giorni) questa sera è diventato il giocatore di movimento più “anziano” a giocare una partita nella fase a eliminazione diretta della Champions League.

Il Porto è la squadra che ha segnato più gol da fuori area in questa edizione della Champions League (tre al pari dell’Atletico Madrid).

L’Arsenal non ha mai vinto in trasferta contro il Porto in Champions League (1N, 3P); insieme al Barcellona (1N, 3P) è la squadra contro cui i Gunners hanno giocato più gare esterne senza aver registrato alcun successo nella competizione.

L’Arsenal non è riuscito a segnare in una gara di Champions League per la prima volta da febbraio 2016 (0-2 vs il Barcellona agli ottavi di finale).

Il Porto non ha subito alcuna conclusione nello specchio in una partita a eliminazione diretta della Champions League per la prima volta da febbraio 2013 (vs il Malaga agli ottavi di finale).

Questa è stata la partita in cui sono stati effettuati meno tiri nello specchio in questa edizione della Champions League (due).

Declan Rice è stato ammonito dopo 65 secondi, è il cartellino più veloce per un giocatore dell'Arsenal dall’inizio di una partita di Champions League da Abou Diaby nel settembre 2012 (dopo 21 secondi contro il Montpellier).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti