CHAMPIONS LEAGUE

Champions League: il Liverpool batte 2-0 il Lipsia e ipoteca i quarti di finale

Salah e Mané sfruttano nella ripresa due regali della difesa dei tedeschi: ora la qualificazione è vicina

  • A
  • A
  • A

Il primo round degli ottavi di finale di Champions League va al Liverpool: sul campo neutro della Puskás Aréna di Budapest, il Lipsia viene steso 2-0. Primo tempo equilibrato: Dani Olmo colpisce un palo e Robertson sfiora la traversa. Poi, a inizio ripresa, i Reds mandano al tappeto la squadra di Nagelsmann, grazie a due errori clamorosi della difesa tedesca: Salah (53’) e Mané (58’) ringraziano e regalano a Klopp un successo che sa di ipoteca su quarti di finale.

Se in terra inglese il Liverpool non sta vivendo un periodo particolarmente felice, in Europa è tutta un’altra musica. L’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Lipsia viene aggiudicata in trasferta per 2-0 proprio dagli uomini di Klopp, che ora vedono molto più vicini i quarti. Con i confini chiusi in Germania per via del contenimento del Covid, è la Puskás Aréna di Budapest a ospitare la sfida. Al 5’ è subito Alisson, reduce da almeno un paio di incertezze consecutive tra i pali in Premier, a essere autore di una prodezza sul colpo di testa in tuffo di Dani Olmo, dopo un preciso cross dalla sinistra di Angeliño: il portiere dei Reds si allunga all’angolino e arriva sulla sfera, che poi schizza sul palo. Sul fronte opposto, su un pallone splendido di Alexander-Arnold, c’è il tocco di prima di Salah, ma l’ex Gulácsi è perfetto in uscita respingendo con la spalla destra il tentativo di pallonetto dell’egiziano. La formazione di Klopp cresce e si fa notare in fase offensiva con Mané (colpo di testa di poco alto) e Firmino. L’occasione più importante del primo tempo arriva al 32’, quando Mané viene anticipato in uscita da Gulácsi e subito dopo Robertson prova a sorprendere da centrocampo l’estremo difensore ungherese (nato proprio nella città che ospita questo match) e la palla termina di pochissimo sopra la traversa.

A inizio ripresa è nuovamente Alisson a sporcarsi i guantoni, smanacciando il tocco sotto tentato da Nkunku. Ma al 53’ il risultato si sblocca: errore di Sabitzer, che regala di fatto il pallone direttamente a Salah, che sorprende Klostermann (che scivola pure) e supera Gulácsi con il piatto mancino. Cinque minuti più tardi Mané suggella un devastante e fulmineo uno-due e mette in ginocchio gli uomini di Nagelsmann: su lancio lungo dalle retrovie, Mukiele cade a terra da solo, il senegalese s’invola tutto solo davanti al portiere e insacca di destro lo 0-2. Il sinistro di Angeliño termina sull’esterno della rete, ma il Liverpool controlla comunque agevolmente e il prossimo 10 marzo potrà abbastanza tranquillamente gestire il doppio vantaggio ad Anfield.

LE STATISTICHE
- Tra i giocatori dei top-5 campionati europei 2020/21, solo Robert Lewandowski (30) ha segnato più reti di Mohamed Salah (24) in stagione considerando tutte le competizioni.
- Salah ha segnato 24 gol in questa stagione con il Liverpool in tutte le competizioni, superando così il suo score dell’intera stagione 2019/20 (23).
- Sadio Mané è diventato il quinto giocatore nella storia del Liverpool a raggiungere il traguardo dei 20 gol segnati considerando tutte le competizioni europee: dopo Steven Gerrard (41), Mohamed Salah (24), Michael Owen (22) e Ian Rush (20).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments