Serie B, Castaldo fa sorridere Foscarini: l'Avellino stende il Perugia

Una doppietta dell'attaccante regala i tre punti al tecnico all'esordio sulla panchina irpina

  • A
  • A
  • A

L'Avellino batte 2-0 il Perugia nel posticipo della 34ª giornata di Serie B. Al Partenio-Lombardi, Castaldo segna un gol per tempo (26' e 57') e con la sua doppietta regala a Foscarini il successo all'esordio sulla panchina irpina, mentre per i ragazzi di Breda arriva un passo falso che ridimensiona le ambizioni di promozione diretta degli umbri. Con questa vittoria l'Avellino torna a respirare ed esce dalla zona playout.

Debutto impegnativo per l'Avellino 2.0 di Foscarini: il Perugia ha vinto sette delle ultime otto gare e con un successo in Campania raggiungerebbe il Parma al quarto posto in classifica. Gli irpini invece vengono da una serie di risultati negativi che ha portato all'esonero di Novellino e hanno assoluto bisogno di punti perchè dopo un avvio sprint di campionato adesso rischiano di rimanere invischiati nelle sabbie mobili dei playout. Il primo tempo è quasi tutto di marca locale con l'asse Falasco-Castaldo che fa le fortune dell'Avellino e le disgrazie del Perugia. Al 7', su un cross del terzino sinistro, il bomber di Giugliano prende in pieno la traversa. Al 26', su una scena analoga, Castaldo non sbaglia e di testa fa 1-0. Prima dell'intervallo D'Angelo sfiora il raddoppio e c'è la prima occasione per il Perugia con Mustacchio che manca di poco l'appuntamento con il pallone non sfruttando un'ottima sponda di Cerri. Nella ripresa Breda si gioca subito la carta Diamanti e Foscarini deve inserire Laverone perchè capitan D'Angelo ha un problema fisico. L'Avellino non accusa il colpo e al primo affondo del secondo tempo fa 2-0: è il minuto 57 quando Castaldo batte Leali approfittando di un errato disimpegno dei centrali del Perugia su un traversone di Molina. Nella mezz'ora finale il Perugia prova a farsi vedere, ma c'è poco da segnalare a parte un destro di Di Carmine che finisce sull'esterno della rete. L'Avellino invece, nonostante perda anche Falasco per infortunio, sfiora il tris in più circostanze: sono i guantoni di Leali a salvare su un colpo di testa di Migliorini mentre due conclusioni di un ottimo Molina finiscono di poco a lato. Dopo 7' di recupero il Partenio-Lombardi può festeggiare: i lupi sono tornati.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments