Serie A, la moviola della 1.a giornata

L'analisi degli episodi dubbi del turno di campionato

  • A
  • A
  • A

Pescara-Napoli, arbitro Giacomelli
Il caso di giornata riguarda un intervento di Zuparic su Zielinski sul risultato di 2-2. L'arbitro dà rigore, ma Rocchi, assistente di porta, interviene e concede invece un calcio di punizione al Pescara. Probabilmente è stata fischiata una carica sul portiere di Albiol. C'è un contatto: il portiere nell'area di porta non può essere caricato.

Milan-Torino, arbitro Damato
Al 61' calcio di rigore per il Milan: il fallo di Obi su Bonaventura è netto, decisione giusta. Corretta anche l'ammonizione al giocatore del Torino. Al 93' trattenuta di Paletta su Belotti nell'area rossonera. Anche l'attaccante granata trattiene il milanista, ma il primo intervento irregolare è dell'argentino. Giusti quindi il rigore e l'ammonizione a Paletta, espulso per doppio giallo.

Juventus-Fiorentina, arbitro Massa
La Juve reclama un calcio di rigore all'8' del primo tempo, quando Astori colpisce con un braccio il pallone in area. E' stato giusto, però, non fischiare il penalty perché il pallone sbatte prima sul ginocchio del difensore viola e poi rimbalza casualmente sulla sua mano. Era rigore netto, invece, al 1' della ripresa, quando Gonzalo Rodriguez è entrato a gamba alta su Dybala, stendendolo in area. Massa si è anche "dimenticato" di un rosso a Tomovic, duro in scivolata su Alex Sandro nel recupero.

Roma-Udinese, arbitro Di Bello
Giusto non fischiare il calcio di rigore al 17' del primo tempo, quando Emerson si appoggia leggermente a Widmer, che cade in area. Non è però una spinta quella del giallorosso sul friulano.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments