In fiamme il pullman della Reggina

Il mezzo ha preso fuoco mentre lasciava lo stadio San Filippo: nessun ferito

  • A
  • A
  • A

Attimi di terrore per la Reggina dopo il derby dello Stretto col Messina nel girone C di Lega Pro. Il pullman della squadra amaranto con a bordo giocatori e dirigenti ha preso fuoco mentre si apprestava a lasciare lo stadio San Filippo. Le fiamme sono divampate dal vano posteriore del mezzo per motivi ancora da accertare e solo l'intervento provvidenziale dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma solo tanta paura.

In campo a spuntarla è stato il Messina. Ma qualcosa ha fatto infuriare l'allenatore dei calabresi, Karel Zeman, figlio di Zdenek, che si è sfogato su Facebook. "Picchiati impunemente nello spogliatoio. Picchiati impunemente in campo. Pullman dato alle fiamme, con 35 persone a bordo - ha scritto l'allenatore della Reggina -. Abbiamo perso, si. Ma a un gioco che non può essere chiamato calcio". Il tecnico ha parlato di aggressioni, alle quali poi ha fatto seguito l'incendio del pullman della squadra, che si trovava in tangenziale, prima del reimbarco per la Calabria.

Subito dopo l'incendio, l'Acr Messina ha escluso qualsiasi coinvolgimento sull'accaduto con un comunicato ufficiale. "L'ACR Messina manifesta piena solidarietà a presidente, calciatori, staff tecnico e dirigenziale della Reggina per l'incidente occorso dopo la partenza dallo stadio Franco Scoglio", si legge nel testo.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments