Calcio

Fabio Pecchia mastica amaro dopo la pesante sconfitta col Genoa. "Stasera i miei ragazzi hanno avuto grande spirito e grande voglia di fare risultato su un campo difficile - ha spiegato il tecnico del Verona -. Non ci siamo riusciti ma ci abbiamo provato fino alla fine". "Mancano quattro giornate, il distacco è ampio e il cammino si è complicato nelle ultime tre gare dove abbiamo raccolto pochissimo", ha proseguito. "La matematica non ci condanna e abbiamo l'obbligo e il dovere morale di restare lì e di preparare al meglio le prossime sfide - ha continuato -. Dall'inizio abbiamo sempre rincorso in classifica, ma nelle ultime gare abbiamo sempre fatto la prestazione, lo spirito è sempre stato giusto". "E' difficile trovare l'entusiasmo ma dovremo scendere in campo con la voglia di vincere e poi vedremo come finirà - ha concluso -. Cosa è mancato in questa stagione? In alcuni momenti una maggiore esperienza avrebbe dato più continuità al nostro rendimento. Abbiamo peccato di ingenuità anche perché siamo un gruppo giovane. Poi nella parte delicata del campionato abbiamo perso il nostro miglior giocatore davanti e l'abbiamo pagato. Però non cerco alibi, gli infortuni capitano a tutte le squadre".

Tempo reale
  • A
  • A
  • A