Livorno, nottata da incubo: tifoso colpisce Pinsoglio

Dopo la retrocessione in Lega Pro è montata la protesta

foto lapresse

Nottata da incubo per i giocatori del Livorno. Dopo il 2-2 interno contro il Lanciano che è costata la retrocessione in Lega Pro, gli amaranto sono stati costretti per ore all'interno dello stadio mentre fuori montava la protesta dei tifosi. E' andata peggio a Pinsoglio, portiere del Livorno protagonista della papera decisiva, colpito due volte da un tifoso - secondo la ricostruzione de Il Tirreno - fuori dall'hotel della squadra.

Pinsoglio si era allontanato dal gruppo e mentre si apprestava a salire sull'auto dei genitori è stato colpito. La sua "colpa" è stata quella di un errore grossolano su un'uscita alta che ha permesso al Lanciano di firmare il 2-2 che ha condannato i toscani alla Lega Pro. Al fischio finale la protesta è sfociata in un assedio alla squadra all'interno del Picchi mentre fuori montava la protesta con fumogeni e petardi.

Per il Livorno, però, resta un'ultima possibilità di salvezza e riporta alla Corte Federale che nei prossimi giorni si pronuncerà in appello su un'eventuale ulteriore penalizzazione del Lanciano che vorrebbe dire playout.

TAGS:
Calcio
Serie B
Livorno
Lega Pro
Pinsoglio
Ultras