Gettò uno scooter a San Siro: licenziato da un ospedale di Lugano

Uno dei protagonisti di quello scempio è stato allontanato dall'EOC in seguito a un'aggressione a un superiore

  • A
  • A
  • A

Il 6 maggio 2001 è una data che a San Siro in pochi dimenticano, ma non per chissà quale celebrazione. E' il famoso giorno del lancio dello scooter dal secondo anello verde negli ultimi minuti di un Inter-Atalanta. Quasi sedici anni dopo uno dei protagonisti è tornato a far parlare, male, di sé. Impiegato all'Ospedale Civico di Lugano, l'uomo è stato licenziato e allontanato dall'ente per un'aggressione fisica ai danni di un suo superiore.

L'uomo - come riporta Ticinonews - era già noto all'interno dell'ospedale cantonale ticinese per episodi goliardici. Il suo nome figura tra i messaggi d'amore incisi a chiave sugli ascensori riservati al personale, ma con ogni probabilità sono stati scritti da lui stesso. Dopo diversi richiami, la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata un'aggressione ai danni di un superiore che gli è costata il licenziamento. In pochi però sapevano del suo passato turbolento nella curva nerazzurra.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments