Calcio ora per ora

barcellona, Xavi: "Vinicius? Spagna non è razzista ma basta insulti"

"La Spagna non e' un paese razzista". Anche Xavi, allenatore del Barcellona,

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

"La Spagna non e' un paese razzista". Anche Xavi, allenatore del Barcellona, e' intervenuto in conferenza stampa prima della sfida al Valladolid sul problema razzismo in Spagna dopo cio' che e' successo a Vinicius a Valencia. L'attaccante brasiliano del Real, offeso prima e durante la partita da gran parte dello stadio al grido "scimmia", ha accusato la Spagna di essere un paese razzista". "No, non credo - la replica dell'ex centrocampista del Barca e della nazionale spagnola - In generale, purtroppo, ci sono sempre stati casi di razzismo. Che queste cose accadano nel 2023 e' un peccato. Voglio condannarle. Non conta quale club e' stato colpito, non ci sono club in questi casi. Il problema e' che il nostro e' l'unico mestiere in cui l'insulto e' accettato, me ne rendo conto ancor di piu' ora che siedo sulla panchina del Barcellona e continuamente mi gridano 'figlio di...'. Provate un po' a dirlo un operaio che lavora con i mattoni e vedete cosa succede..".

Leggi Anche