Tonali: "Pirlo è un fenomeno cui ispirarsi. Ma i miei idoli sono Iniesta e Gattuso"

Il gioiellino del Brescia dal ritiro dell'Italia: "Mi ha emozionato la convocazione in Nazionale"

Tonali: "Pirlo è un fenomeno cui ispirarsi. Ma i miei idoli sono Iniesta e Gattuso"
"Quando dicono che io sono il nuovo Pirlo non ci faccio più caso perché alla fine l'ho sentito tante di quelle volte... Apprezzo sicuramente i complimenti e i paragoni però non penso molto a certe cose. Non mi pesa il paragone, forse mi è pesato nel primo mese in cui ho giocato...". Così Sandro Tonali, 18enne centrocampista del Brescia alla sua prima convocazione in azzurro, dal ritiro dell'Italia a Coverciano. "Ho sempre apprezzato e mi sono ispirato a un campione come Pirlo ma non mi rivedo in lui se non nel modo di portare i capelli - sorride - Ancora non ho avuto modo di incontrarlo, l'ho visto un anno e mezzo fa quando venne a Brescia. Il mio idolo è Iniesta ma mi è sempre piaciuta la cattiveria di Gattuso, cercherò di prenderne un po'".

"L'interesse per me di grandi club - ha assicurato - non mi mette pressione anche perché non sono un tipo che guarda molto i giornali e la tv. So che ci sono spesso osservatori per me a Brescia ma ci sono anche dei professionisti che fanno in modo che io non pensi a questo e solo a finire l'anno, giocare a calcio e ad arrivare a conquistare la serie A".
Se emozione c'è stata, quella è invece legata alla convocazione in Nazionale: "L'impatto qui in azzurro è stato bellissimo, ero emozionatissimo però dopo il primo giorno ho cercato di mandare via tutto, di concentrarmi e di pensare solo a giocare a calcio. Credo che la partita contro il Portogallo sarà affrontata nel modo più giusto possibile".

Italia in campo verso Portogallo e Usa

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

A Coverciano seconda giornata di allenamenti per l'Italia di Manxini in vista degli impegni contro Portogallo e Usa.

GRIFO: "ITALIANO AL 100%. MIO RUOLO? DA ESTERNO DO IL MEGLIO"

Emozione per la convocazione con l'Italia condivisa anche dall'altro debuttante, Vincenzo Grifo, l'esterno d'attacco dell'Hoffeneim alla sua prima presenza in azzurro: "Per me è stato sempre un sogno" ha detto in conferenza. "Mi sento italiano al 100%. Questi primi giorni sono stato benissimo e con me i compagni di squadra sono stati tutti bravi. Sono felice e ho molta voglia di lavorare. Sono nato in Germania da genitori italiani, padre della provincia di Agrigento e madre della provincia di Lecce. In Germania ho fatto le scuole e ho iniziato a giocare a calcio. Ho iniziato a giocare come 10 e poi, ai tempi del Friburgo, il mister mi ha messo ala o esterno a sinistra, a volte anche a destra, e da lì in poi ho iniziato a conoscere quel ruolo che mi permette di andare sempre all'uno contro uno, trovando spazio per andare al tiro col piede destro. Mi trovo molto bene in questo ruolo".

TAGS:
Italia
Tonali
Nazionale
Pirlo
Mancini

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X