GIRO D'ITALIA

Poker di Démare in volata a Rimini. Almeida sempre in maglia rosa

Quarta vittoria per il campione nazionale francese, che si impone allo sprint sul vincitore della tappa di martedì, Peter Sagan

  • A
  • A
  • A

Arnaud Démare non ha avversari in volata al Giro d’Italia. Il corridore francese conquista a Rimini la quarta vittoria nella Corsa Rosa del 2020, rafforzando la prima posizione nella classifica a punti che vale la maglia ciclamino e lasciando solo le briciole agli avversari: Sagan, vincitore della tappa di martedì, chiude al secondo posto, Simone Consonni è quarto. Non cambia nulla nella generale: Joao Almeida è sempre maglia rosa.

Al Giro d’Italia 2020 'arrivo in volata' fa rima con Arnaud Démare: il campione nazionale francese, alfiere della Groupama-Fdj, fa poker nella Corsa Rosa con uno sprint ai limiti della perfezione, senza lasciare scampo agli avversari. Pronostico ampiamente rispettato, dunque, in una tappa che parte da Porto Sant'Elpidio e dopo 182 chilometri arriva a Rimini a ranghi compatti, anche se il generoso Sander Armée (Lotto-Soudal), fuggitivo della prima ora assieme agli azzurri Mattia Bais (Androni Giocattoli-Sidermec), Marco Frapporti (Vini Zabù-Ktm), Fabio Mazzucco e Francesco Romano (entrambi Bardiani-Csf-Faizanè), è l’ultimo ad arrendersi e viene inghiottito dal plotone a 6 chilometri dall’arrivo.

Il treno che guida la maglia ciclamino è a dir poco perfetto e valgono a poco i tentativi di 'intrusione' degli atleti della Uae Team Emirates (per Fernando Gaviria) e della Deceuninck-Quick Step (per Alvaro Josè Hodeg), o quello in solitaria del solito Peter Sagan. Démare ha semplicemente una marcia in più e si impone di forza proprio sullo slovacco della Bora-Hansgrohe e su un buon Hodeg. Quarto il primo degli italiani, Simone Consonni (Cofidis), che fa le veci del compagno di squadra Elia Viviani (decimo all’arrivo), vittima ai 30 dall'arrivo di un tamponamento subito da una moto della scorta tecnica e giunto allo sprint con il fiatone. Alla vigilia di una tappa 'ondulata' come quella di giovedì, con partenza e arrivo a Cesenatico, non cambia nulla nella classifica generale: Joao Almeida non rischia nulla e conserva la maglia rosa, con 34” su Wilco Kelderman (Sunweb) e 43” su Pello Bilbao (Bahrain-McLaren).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments