GIRO D'ITALIA

Giro d'Italia: Lafay trionfa a Guardia Sanframondi, Valter conserva la maglia rosa

Il francese della Cofidis taglia in solitaria il traguardo dell'ottava tappa davanti a un ottimo Gavazzi, quinto Carboni. L'ungherese della Groupama-FDJ resta leader in classifica generale

  • A
  • A
  • A

Victor Lafay trionfa nell'ottava tappa del Giro d'Italia. Il francese della Cofidis, grazie a uno strappo nei km finali, taglia per primo il traguardo della Foggia-Guardia Sanframondi chiudendo davanti a uno straordinario Francesco Gavazzi, terzo Nikias Arndt, quinto Giovanni Carboni. Non cambia la classifica generale: l’ungherese della Groupama-FDJ Attila Valter conserva la maglia rosa con 11” di vantaggio su Evenepoel. 

L'ottava frazione del Giro d'Italia premia il decisivo scatto di Victor Lafay, bravo a restare in contatto con gli uomini in fuga per poi beffare la coppia di testa composta da Carboni e Campenaerts. L'avvio di frazione da Foggia, dopo pochi km, vede subito staccarsi un gruppo di nove fuggitivi composto dal vincitore di giornata e da Gougeard, Oliveira, Goossens, Gaviria, Campenaerts e Arndt, oltre che gli italiani Giovanni Carboni e Francesco Gavazzi. Il vantaggio massimo di 7'40" esclude subito il resto dei corridori, che comprende anche il gruppo maglia rosa, dalla vittoria di tappa. I battistrada giungono compatti fino a 15 km dall'arrivo, quando si staccano Giovanni Carboni e Victor Campenaerts.

Proprio all'inizio della salita che porta al traguardo di Guardia Sanframondi, la coppia composta dall'italiano della Bardiani-CSF-Faizanè e dal belga della Qhubeka-Assost viene raggiunta da Lafay, che a 2 km dal traguardo stacca tutti e vola indisturbato verso la vittoria, riportando la Cofidis al successo in una tappa del Giro d'Italia dopo undici anni: l'ultimo era stato Damien Monier nel 2010. In seconda posizione sale invece uno straordinario Francesco Gavazzi, che anticipa Nikias Arndt; quarto Nelson Oliveira, quinto Giovanni Carboni. Poche variazioni in classifica generale: l'ungherese della Groupama-FDJ Attila Valter conserva la maglia rosa con 11" di vantaggio su Remco Evenepoel, mentre il primo degli italiani è Damiano Caruso, sesto a +39". L'unica grande variazione è la discesa dal quinto al decimo posto di Vervaeke. La Corsa Rosa, però, perde uno dei suoi protagonisti: Caleb Ewan, vincitore della quinta e della settima tappa e proprietario della maglia ciclamino prima della partenza di Foggia, è infatti costretto al ritiro dopo poco più di 35 chilometri per un problema al ginocchio.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments