A JEREZ

Superbike, Spagna: superpole per Redding

Secondo e terzo tempo per Rea e Sykes alla ripresa del campionato

  • A
  • A
  • A

Scott Redding scatterà davanti a tutti dopo un bellissimo duello con Jonathan Rea e Tom Sykes. La prima sessione di Superpole in occasione della ripresa del Campionato del Mondo Superbike ha regalato tantissime emozioni sotto il caldo torrido del Circuito de Jerez-Angel Nieto. Nel round di Spagna la pole position va per soli 34 millesimi a Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati) mentre il leader della classifica Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è solo 14°. Redding si mette alle spalle il cinque volte campione del mondo e portacolori Kawasaki Jonathan Rea (Kawasaki WorldSBK Official Team), che all'ultimo tentativo sale fino al secondo posto. Il nordirlandese è il più veloce in pista fino a metà del proprio ultimo giro lanciato prima di rallentare consentendo così a Redding di festeggiare la sua pole position numero 1 nel WorldSBK. Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team) partirà dalla terza casella. La prima fila quindi è tutta britannica. Si tratta di una prima volta assoluta a Jerez.

Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team) è veloce nelle prime fasi della Tissot Superpole quando mette subito a segno un 1'39" basso; Yamaha ha un ottimo passo sul giro e lo dimostra anche il compagno di squadra Michael van der Mark che si trova tra i primi tre nelle fasi iniziali. I due scatteranno dalla quarta e quinta casella mentre il più veloce in pista ieri, ovvero Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha), è sesto; a Jerez quindi la seconda fila è tutta Yamaha.

Il compagno di squadra di Redding in Ducati, Chaz Davies, ha il settimo tempo e precede la coppia Honda formata da Alvaro Bautista (Team HRC) e Leon Haslam. Bautista arriva fino al quarto posto prima di perdere posizioni quando i tempi nel corso della Superpole iniziano ad abbassarsi grazie all'utilizzo delle gomme da qualifica.

Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN), il migliore nelle prove libere 2 di ieri, è 10°. Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) a causa di una caduta alla curva 13 non riesce a realizzare un tempo sul giro nelle prime fasi del turno. Il leader del Mondiale riesce a tornare in pista a 15 minuti dal termine perdendo così soli 10 minuti di sessione. A terra alla curva 4 insieme alla sua Ducati anche Leandro 'Tati' Mercado (Motocorsa Racing).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments