Volley, Nations League: l'Italia schiaccia 3-0 la Bulgaria

Le azzurre dominano a Perugia, con qualche sofferenza nel secondo set, e conquistano la loro ottava vittoria

  • A
  • A
  • A

Al PalaBarton di Perugia l'Italia riscatta la sconfitta subita in Cina, surclassa la Bulgaria 3-0 (25-19, 25-23, 25-20) e si posiziona con 25 punti al secondo posto alle spalle della Turchia, distante due lunghezze. Dopo il primo set dominato, le azzurre soffrono nel secondo rischiando di sciupare cinque set point, prima di imporsi nel terzo. La formazione di Davide Mazzanti vede un po' più vicino l'accesso alla Final Six della Nations League.

Non la più bella Italia della Nations League, ma le azzurre fanno valere il loro tasso tecnico superiore rispetto alla Bulgaria e si impongono per 3-0, sorpassando la Cina al secondo posto in classifica. Azzurre bene in attacco, un po' meno bene a muro e in ricezione, ma tanto basta per mandare in crisi le bulgare, molto fallose.
 
La Bulgaria si porta sul 2-3 con la schiacciata vincente di Chausheva da seconda linea, ma le due fast out consecutive di Todorova, quella vincente di Chirichella e l'ace di Sorokaite regalano il 6-3 all'Italia. Le azzurre allungano sul +6 con la free ball di Orro, il primo tempo di Fahr e il fallo di seconda linea delle bulgare (11-5). Le avversarie mettono a segno tre punti di fila e Davide Mazzanti chiama timeout. La ripresa del gioco vede un bel botta e risposta tra le due formazioni: Sorokaite trova la parallela vincente, Chaiusheva pesca il mani out; ancora Sorokaite va a segno rispondendo a Dinitrova, prima che un altro fallo di Barakova in palleggio non determini il 16-12. Il muro di Chirichella e il primo tempo out di Todorova vale il +5 (18-13). Lo scambio più bello del primo set viene conquistato da Sorokaite, che chiude una super azione dopo due grandi difese, per il 20-16. La Bulgaria commette molti errori che favoriscono la vittoria italiana nella prima frazione di gioco per 25-19, con Paskova che scarica fuori la battuta.
 
Qualche imprecisione di troppo all'inizio del secondo set fa volare le ospiti sul 5-2: decisivi gli errori commessi da Fahr, Sorokaite e Orro. Le azzurre si dimostrano poco efficaci sulla pipe di Dimitrova, ma reagiscono e pareggiano i conti con due punti consecutivi di Sorokaite da zona 2 e il muro di Orro (7-7). Gli attacchi vincenti di Paskova sono subito rimontati dal pallonetto vincente di Sorokaite; anche l'Italia scappa con De Gennaro ma viene ripresa dal muro di Chausheva (11 pari). Paskova e Bosetti vanno di ace; la free ball di Orro vale il 16-14. Le azzurre fuggono con Sylla, Pietrini e Sorokaite (21-17) ma soffrono un po' troppo nel finale, rischiando di buttare 5 set point, prima che la pipe di Pietrini non sancisca il 2-0. La concentrazione rimane comunque alta anche nel terzo set. L'Italia riesce a prende il largo dopo l'8 pari: Sorokaite, Fahr, Sylla e Chirichella fanno volare le padrone di casa sul 16-12. L'ace di Pietrini e la free ball di Chirichella sigillano il successo finale e il controsorpasso in classifica sulla Cina al secondo posto, due lunghezze dietro la capolista Turchia. Domani sera le azzurre affronteranno la Corea del Sud.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments