VOLLEY

Volley, Europei maschili: l’Italia vola ai quarti

Turchia battuta nettamente 25-22, 25-18, 25-21, ora gli azzurri se la vedranno con i padroni di casa della Francia

  • A
  • A
  • A

Alla Hall XXL di Nantes (Francia) gli azzurri di Blengini superano agevolmente, come da pronostico, la Turchia in tre set: 25-22, 25-18, 25-21 il risultato finale, che sancisce la qualificazione ai quarti di finale all’Europeo maschile di volley. Sugli scudi Nelli, Antonov, Giannelli e Anzani. L’Italia affronterà martedì, sempre a Nantes, i padroni di casa della Francia (che ci hanno già sconfitto nei gironi iniziali) per potere sognare l’accesso alla Final Four.

E così ritroveremo in questo Europeo la Francia (in gran forma dopo la netta vittoria contro la Finlandia) che ci aveva sconfitto nell’ultima partita della fase a gironi (valevole per il primo posto nel gruppo A) e che giocherà davanti al pubblico amico. L’Italia fatica a ingranare nel primo set, poi pian piano alza il ritmo del proprio gioco e riesce ad avere la meglio sulla Turchia, che sfigura in campo e che crea qualche grattacapo ai ragazzi di Blengini. Prestazione sopra le righe di Gabriele Nelli: il giovane opposto sostituisce nel corso del primo set uno spento Ivan Zaytsev, che subisce anche dei muri (15-15), e firma i due ace consecutivi che decidono il primo set (da 23-22 a 25-22) e poi picchia a tutto braccio chiudendo con 14 punti all’attivo (65% in fase offensiva). 
 
Partenza a razzo degli azzurri nella seconda frazione: primo tempo e muro di Anzani, Nelli indemoniato con vincente, pallonetto e muro per il 6-2. Antonov e Piano non sbagliano, Giannelli firma l’ace del 12-7 e poi arriva il momento di Antonov con un pallonetto e la diagonale del 15-8. Anzani si fa vedere con due primi tempi consecutivi (21-13), poi un errore di Ulu chiude i conti. Il break arriva subito nel terzo parziale: primo tempo di Anzani, errore di Lagumdzija, diagonale di Nelli, ace di Juantorena e 8-4 per la nostra Nazionale. Le parallele di Juantorena e Nelli permettono di conservare il +4 (11-7) poi Giannelli e Anzani si esaltano con due muri di qualità (15-9). Sembra fatta, ma la Turchia ha ancora qualche cartuccia da sparare: pipe di Gungor, ace di Karasu e muro di Ulu per il 15-12. Gli anatolici si portano addirittura a -1 con l’ace di Lagumdzija e il pallonetto di Gulmezoglu (16-15), ma gli azzurri reagiscono prontamente e guadagnano nuovamente un vantaggio importante: mani out di Nelli, errore di Lagumdzija, muro di Piano e primo tempo impeccabile per il 20-15. La Turchia annulla tre match-point (24-21) prima di un errore al servizio che consegna il successo all’Italia. Per battere i transalpini ora però bisognerà alzare ulteriormente il livello del gioco. Non sarà semplice, ma questa squadra ha tutte le carte in regola per giocarsela alla pari e puntare all’accesso in semifinale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments